maggiesfarm.eu - sito italiano di bob dylan

 

 

SITO ITALIANO DEDICATO A BOB DYLAN

 

2016 Nobel Prize in Literature

created by Michele "Napoleon in rags" Murino                                             managed by Mr.Tambourine

                                                                                                                  

                                                                                                                

invia le tue e-mail a : spettral@alice.it
il presente sito, amatoriale, non riveste alcun carattere commerciale, ma intende solo onorare l'artista cui è dedicato. I testi delle canzoni e le immagini che appaiono in questo sito sono coperti da copyright © ed appaiono a solo scopo illustrativo e di studio (diritto di citazione), appartenendo ogni titolo di proprietà e di utilizzo ai rispettivi autori ed editori. Gli aventi diritto potranno richiedere la rimozione delle pagine qualora si sentano lesi. Nella nostra personale convinzione che questo sito, come altri simili, non possa che costituire di riflesso un veicolo promozionale. Ove possibile verranno riportate le fonti.

send your e-mail to : spettral@alice.it
this amateur site has no commercial character, but will only honor the artist which is dedicated. The lyrics and images that appear on this site are copyrighted © and are for illustration purposes only and study (right to quote), and belong to each title and use to their respective authors and publishers. Rightholders can request removal of pages if they feel damages or injuried. Is our personal conviction that this site, as similar ones, can only be a reflection of a promotional vehicle. Where possible the sources will be listed.
This is an unofficial fan page, and is not affiliated with Bob Dylan

a

Lunedì 22 Ottobre 2018

Clearwater, Florida - Ruth Eckerd Hall, October 20, 2018

  

1. Things Have Changed (Bob on piano)
2. It Ain't Me, Babe (Bob on piano)
3. Highway 61 Revisited (Bob on piano)
4. Simple Twist Of Fate (Bob on piano and harp)
5. Cry A While (Bob on piano)
6. When I Paint My Masterpiece (Bob on piano and harp)
7. Honest With Me (Bob on piano)
8. Tryin' To Get To Heaven (Bob on piano)
9. Scarlet Town (Bob center stage, Donnie on electric mandolin)
10. Make You Feel My Love (Bob on piano and harp)
11. Pay In Blood (Bob on piano)
12. Like A Rolling Stone (Bob on piano, Tony on standup bass)
13. Early Roman Kings (Bob on piano, Tony on standup bass)
14. Don't Think Twice, It's All Right (Bob on harp, Tony on standup bass with bow)
15. Love Sick (Bob center stage)
16. Thunder On The Mountain (Bob on piano, Donnie on electric mandolin)
17. Soon After Midnight (Bob on piano)
18. Gotta Serve Somebody (Bob on piano)

(encore)
19. Blowin' In The Wind (Bob on piano, Donnie on violin, Tony on standup bass)
20. Ballad Of A Thin Man (Bob on piano and harp)

______________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 10587 - gebianchi

Ciao Tambourine,
stavolta ti disturbo non per polemizzare con qualche Maggiesfarmer, bensì per sottoporti un quesito/curiosità. Ho notato che da qualche mese, più o meno dalla metà dello scorso anno, tali Elston Gunn (ovvio il riferimento) e Sad Eyed Lady of the Lowlands stanno pubblicando su youtube una quantità industriale di materiale estremamente interessante. Per coloro a cui fosse sfuggito, presumo non a te, si tratta di una serie ponderosa di file audio corredati da immagini e fotografie varie, che ci restituiscono il Dylan del primo periodo in versioni, a mia conoscenza (ma io non sono un esperto e quindi potrei sbagliarmi) del tutto sconosciute. Non si tratta cioè solo dei soliti FInjan CLub, Gasligth tapes, Banjo Tapes, Stud Terkel, Cinthya Gooding, Minnesota Tapes, Folksinger's choice etc. etc., bensi' di materiale a mio avviso, mai circolato prima d'ora. Ad es. un bellissimo concerto integrale tenuto in Inghilterra nel 1964, piuttosto che complete sessioni di interviste radiofoniche dell'epoca o altri files, alcuni di qualità molto scadente, riferiti ad altri concerti in giro per varie città statunitensi,e comunque, sicuramente preziosi ed interessanti per dylaniani incalliti. I files sono tutti caricati senza interruzione tra i brani e mediamente hanno durate variabili dalle due fino alle cinque ore in quanto a volte il singolo file raggruppa più concerti. Ad es. il file dal titolo The 1963 radio sessions contiene interviste e concerti svoltesi a New York,Washington, Chicago e altro materiale di sicuro interesse per chi predilige il Bob Dylan pre svolta elettrica. In realtà ho notato anche files molto più recenti, ossia sessions in studio di Hearts On Fire, piuttosto che di Nashville Skyline o outtake di Down In The Groove e moltissimo altro materiale, il tutto fra l 'altro con un eccellente commento per ogni video caricato e una ben specificata lista dei pezzi eseguiti. Magari sono l'unico dylaniano che ha appena scoperto tutto questo ben di Dio, può essere, ultimamente ho poco tempo a dedicare ad ascolti selettivi, ma se così non fosse, gradirei sapere se hai idea di chi ci sia dietro questa massiccia operazione e come sia possibile che la Sony non sia ancora intervenuta a bloccare il tutto. A titolo di esempio ti mando qualche link tra quelli inseriti negli ultimi tempi. Un caro saluto,
Giuseppe Enrico Bianchi

https://www.youtube.com/watch?v=aHkTarpSgnU

https://www.youtube.com/watch?v=M7bzNkV4Kg8

https://www.youtube.com/watch?v=3-4SxqgTAbc

https://www.youtube.com/watch?v=3a-7Z1YQ2uU

https://www.youtube.com/watch?v=m_KehZRCJjw

https://www.youtube.com/watch?v=JCL4ichEDZk

 

Caro Giuseppe, lasciami prima di tutto dire che i tuoi interventi, anche se hanno suscitato dibattiti notevoli, sono stati per me e per la Fattoria interessantissimi perchè ci hanno fornito lo spunto per scambiarci opinioni su determinate cose, e questo è assolutamente positivo, e credo sia servito anche a molti di noi a rivedere le nostre convinzioni su Dylan o De Andrè. Questo non vuol dire che poi si cambi opinione, la revisione serve soptrattutto per darci conferma delle nostre idee o per darcene smentita, in tal caso si può anche cambiare idea, come disse giustamente James Russell Lowell, “Solo i morti e gli stupidi non cambiano mai opinione”. Ricordo agli inizi del 2010 quando da Youtube cominciarono a sparire a migliaia i videoclip postati dai fans, e non solo, anche i video degli artisti che suonavano le canzoni di Bob come tributo. Ricordo Al Diesan, I Blackstones ed altri che ebbero cancellati diversi video ad opera del WEB Sheriff perchè sembra (sottolineo sembra perchè non ne sono sicuro) che in America per fare una cover di una canzone di Dylan su di un disco da parte di un altro artista ci voglia il benestare dello staff che cura gli interessi dylaniani. Anche la nostra amica Marina Gentile, se non ricordo male, ebbe chiuso il suo account per aver postato alcuni video di Bob girati da lei. Ricordo che feci, su queste pagine, una lettera aperta alla Sony dicendo che non avevano il diritto di cancellare i video di Al Diesan o dei Blackstones, in quanto questi artisti erano dei dilettanti che cantavano quelle canzoni senza trarne profitto, esclusivamente a livello amatoriale, lo stesso motivo per i videoclip, in quanto un artista italiano, almeno da noi, per legge, prima di cantare una canzone sul palco dovrebbe scriverla sul Borderò della S.I.A.E.! Naturalmente ci si rese conto immediatamente che questa regola era una emerita cazzata, quindi fu logico compilare il Borderò alla fine di un concerto e non durante. Detto questo, ricordai ai Sigg. dirigenti di Sony che gli artisti italiani pagavano un tot (il 33% sul costo di ogni biglietto staccato al pubblico) ogni volta che eseguivano una canzone di Dylan, e che, casomai, era la S.I.A.E. stessa a doversi incaricare di girare i diritti d'autore incassati all'artista autore della canzone. Lo stesso discorso valeva per i video postati da un artista non professionista su Youtube, naturalmente, se la cosa era contro la legge americana, Youtube aveva il diritto di eliminare il sonoro ma non quello di oscurare anche le immagini. Non credo che la Fattoria sia stata l'unica a sollevare contrarietà a questo modo di agire, fatto sta che un giorno i Blackstones ricevettero una mail dalla Special Rider (la società che gestisce gli interessi di Bob Dylan ) con l'autorizzazione a pubblicare su Youtube i video delle loro performances a patto di scrivere nelle note questa frase "Copyright music and lyrics reproduced by kind permission of Special Rider -- for original, exclusive performances by Bob Dylan, check-out the official channel at www.youtube.com/bobdylan.", e questo risolveva la questione. In quei mesi furono cancellati da Youtube più di 100.000 video illegali delle performances di Dylan in concerto ed altrettanti accounts di fans vennero eliminati. Allora i fans si inventarono l'escamotage di non usare più la parola "Dylan" nei titoli dei video, e contemporaneamente sostituirono i titoli delle canzoni con la frase principale, in genere quella del ritornello. Questo per rendere impossibile o difficile la ricerca da parte di persone fisiche incaricate di scovare gli abusi o ingannare i ragni di ricerca automatica. Ora invece sono spuntati questi tizi che citi anche tu che postano senza problemi filmati e cose inedite, a volte di qualità a volte meno, ma certamente materiale mai visto prima. Ora, sapere che c'è realmente dietro a questi nikename (Elston Gunn https://www.youtube.com/channel/UCaOZO0lQahdMsROidW4RIZA ) è impresa impossibile, la domanda invece è "Ma come fanno ad avere tutti questi filmati mai visti?". Non credo che ci sarà mai una risposta, questo passa oggi il convento, perciò, facciamo finta di niente e godiamoci pian piano questa nuova abbondanza finchè durerà! Alla prossima, live long and prosper, Mr.Tambourine, :o)        

 

 
Domenica 21 Ottobre 2018

St. Augustine, Florida - St. Augustine Amphitheatre, October 19, 2018

  

1. Things Have Changed
2. It Ain't Me, Babe
3. Highway 61 Revisited
4. Simple Twist Of Fate
5. Cry A While
6. When I Paint My Masterpiece
7. Honest With Me
8. Tryin' To Get To Heaven
9. Scarlet Town
10. Make You Feel My Love
11. Pay In Blood
12. Like A Rolling Stone
13. Early Roman Kings
14. Don't Think Twice, It's All Right
15. Love Sick
16. Thunder On The Mountain
17. Soon After Midnight
18. Gotta Serve Somebody

(encore)
19. Blowin' In The Wind
20. Ballad Of A Thin Man

_______________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 10586 - zapalex

Ciao Mr. Tambourine,
ormai è chiaro che Stu non fa più parte della band di Bob e forse la staticità delle setlists sta ad indicare che tutti stanno cercando una nuova coesione, cosa non certo facile mancando la chitarra ritmica che io ritengo uno strumento basilare in un tipo di band come quella di Bob. Pensi che prima o poi vedremo un altro al posto di Stu? Ciao e grazie per il lavoro che fai per tutti noi, Alex.

Non saprei proprio dirtelo caro Alex, certo sarebbe auspicabile perchè penso che Charlie sia un buon solista ma non una importante chitarra ritmica. Probabilmente questo tour finirà con questa formazione e, sempre a mio parere, se vedremo un altro chitarrista lo vedremo l'anno venturo alla partenza del tour 2019. Live long and prosper, Mr.Tambourine, :o)  

_______________________________________________________________________________________________________________________

Luca Guadagnino curerà la regia del film tratto da Blood on the Tracks    clicca qui

Un film del regista italiano Guadagnino su "Blood on the Tracks"             clicca qui

Luca Guadagnino: “Blood on the Tracks” diventa un film                          clicca qui

 

 
Sabato 20 Ottobre 2018

Sugar Land, Tezas - Smart Financial Centre, October 14, 2018

di Tom Palaima

Bob Dylan canta in "Trying to get To Heaven" che è stato nella città dello zucchero, ora ha suonato e cantato la sua musica e quella canzone in Sugar Land, TX. Di certo era dolce.
Il 15 ottobre 1962, quando eravamo tutti più giovani e Bob Dylan aveva 21 anni con Buddy Holly, Echo Hellstrom, Bonnie Beecher e Flo Kastner dietro di lui nel nord Midwest, aveva ancora lo spirito fragile e vivo di Woody Guthrie vicino e dentro di lui, cantava al Gaslight Café del Greewich Village, forse in uno spettacolo after-hours, la sua versione del traditional della prigione “Ain’t No More Cane on This Brazos,” , che potrebbe avere sentito su una registrazione di Alan Lomax nel 1958 su etichetta Texas Folksongs.

56 anni dopo, lo show in Sugar Land ha portato Bob e la sua band compatta con Tony Garnier, Georg Recile, Charlie Sexton e Donnie Herron sulle sponde settentrionali e orientali del fiume Brazos, dove svolta verso sud e infine si butta nel Golfo del Messico. Giusto qui avvennero le prime registrazioni di Lomax, forse uno dei neri americani schiavi, spesso in prigione, consumando le loro vite raccogliendo canna da zucchero al servizio dei padroni bianchi, quando arrivò qui nel 1907, dopo oltre 60 anni di lavoro crudele per l'imperiale Sugar Company.

Bob era tornato nella terra che evocava una delle sue più grandi canzoni, "Blind Willie McTell". Quando ha fatto un passo sul palco, uno spirito santo era dentro di lui fin dal primo accordo di "Things Have Changed”, bene, in realtà le cose non sono cambiate molto da queste parti, fino all'ultimo sardonico interrogatorio di Mr. Jones nel secondo bis di "Ballad of a Thin Man." Ci è stato persino ricordato un gospel "Gotta Serve Somebody" che ci fa pensare con quelle parole alle nostre anime.

Ero tornato diciotto ore prima da Chi-town. Stavo ancora ricordando Willie Dixon attraverso il furto amorevole e pienamente accreditato di Bob e Robert Hunter del motivo per "My wife’s Home Town". Risuonava ancora davanti a Sugar Land nella mia anima insieme a "If You Ever Go to Houston" e "Trying to Get to Heaven".
Arrivati verso le cinque, abbiamo abbinato lo spirito di "Joey" alla “Cucina Italiana” di Antonia, una vera scoperta nascosta in un centro commerciale a cinque minuti di auto dal nuovo Smart Financial Center. Lì la cameriera Ruth ha ammesso di non sapere molto, se non altro, di Bob. Ogni venuta al nostro tavolo ci snocciolava tutti i tipi di suggerimenti per mangiare.
Al contrario, una coppia di sessantaquattrenni seduti ad un altro tavolo hanno risposto rapidamente alla mia spontanea domanda: "Qual è la vostra canzone preferita di Dylan?". Lui: "Girl from the North Country" alias "quella canzone che ha cantato con Johnny Cash!" - Lei: "Visions of Johanna" ha detto con vera convinzione.Sdaranno con noi per due ore durante un concerto davvero superbo allo Smart Financial Center, che odora ancora di nuovo.

I punti salienti sono stati la narrazione in piedi di Bob della storia nella misteriosa "Scarlet Town"; i soliti struggenti passaggi di armonica e ancora una volta ha cambiato alcune righe in "Simple Twist of Fate”; il testo di "Like a Rolling Stone", pronunciato enfaticamente come un interrogatorio in stile polizziotto che esponeva i fatti, ciascuno seguito dalla domanda assassina "Come ci si sente?"; L'assolo di batteria di George Recile in "Thunder on the Mountain"; La chitarra perfetta di Charlie Sexton in ogni canzone, ma in particolare la quasi delicatezza del suo suonare nel mezzo del vortice di suoni alla fine di "Ballad of a Thin Man" e il suo riuscire a riportare Roma, Sicilia e Bronx in vita in “Early Roman Kings”; La pedal steel di Donnie completava il piano di Bob e la voce alla Sinatra in "Make You Feel My Love"; "Love Sick", squisitamente ridimensionata. Tutto questo, come sempre, costruito sopra e intorno al basso di Garnier.
"Make You Feel My Love" è stata particolarmente toccante per me, perché il grande John Inmon l'ha suonata poco più di cinque anni fa come canzone per me e mia moglie per farci ballare dopo il nostro matrimonio nella Mercury Hall di Austin.

Ancora una volta, grazie, Bob, per la riverenza, l'energia e l’infinita umanità che tu e la tua fedele band portate nelle vostre canzoni e a noi.

Tom Palaima, Austin

__________________________________________________________________________________________________________________

Il tributo a Montserrat Caballè

Alcune settimane fa la grande soprano Montserrat Caballé è morta all'età di 85 anni nell'ospedale di Sant Pau di Barcellona. Il soprano, che da alcuni anni aveva problemi di salute, era stata ricoverata a metà settembre. I funerali dell'artista, una figura di spicco dell'opera internazionale, si sono tenuti a Barcellona.
Grande voce della lirica, era diventata famosa anche in ambito pop, dopo il duetto con l'amico Freddie Mercury nell'album intitolato "Barcelona". Il singolo omonimo diventò l'inno dei Giochi Olimpici del 1992 e sempre per i Giochi la Caballè cantò nell'album "Barcelona Games" con Plácido Domingo e José Carreras.
"Di tutti i soprano che ho ascoltato nella vita, nessuna era come lei", ha dichiarato il tenore Jose Carreras a Radio Catalunya. "Caballé è stata la più grande donna dell'opera, la leggenda della cultura universale, la migliore tra le migliori, capace di scoprire nuovi spazi di creatività con i più grandi. La sua personalità e la sua voce ineguagliabile ci accompagneranno sempre". Anche il premier spagnolo Pedro Sanchez ha commentato la scomparsa della grande cantante: "Triste notizia: muore un grande ambasciatore del nostro Paese, un soprano lirico riconosciuto a livello internazionale. La sua voce e la sua dolcezza rimarranno sempre con noi". In un'intervista radiofonica, il presidente catalano Quim Torra l'ha descritta come "cantante unica nel mondo dell'opera" e ha sottolineandone l'aspetto di "catalana universale" ed "ambasciatrice della Catalogna nel mondo". Infine il Teatro Liceu di Barcellona, dove la Caballé ha cantato più di 200 volte, ha espresso il cordoglio per la morte di "uno dei più importanti soprani della storia e artista simbolo nella memoria" del teatro.

Giustamente la Fattoria vuole ricordarla con questo bellissimo duetto con Freddy Mercury.

Freddie Mercury & Montserrat Caballé - The Golden Boy (Live at La Nit, 1988)

  

Freddie Mercury - vocals, piano, arrangements
Montserrat Caballè - vocals
Madeline Bell - backing vocals
Dennis Bishop - backing vocals
Lance Ellington - backing vocals
Miriam Stockley - backing vocals
Peter Straker - backing vocals
Mark Williamson - backing vocals
Carol Woods - backing vocals

 

 
Venerdì 19 Ottobre 2018

Mobile, Alabama - Mobile Seanger Theatre, October 17, 2018

  

1. Things Have Changed
2. It Ain't Me, Babe
3. Highway 61 Revisited
4. Simple Twist Of Fate
5. Cry A While
6. When I Paint My Masterpiece
7. Honest With Me
8. Tryin' To Get To Heaven
9. Scarlet Town
10. Make You Feel My Love
11. Pay In Blood
12. Like A Rolling Stone
13. Early Roman Kings
14. Don't Think Twice, It's All Right
15. Love Sick
16. Thunder On The Mountain
17. Soon After Midnight
18. Gotta Serve Somebody

(encore)
19. Blowin' In The Wind
20. Ballad Of A Thin Man

__________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 10585 - duluth49

Mi piacerebbe che facessi un post su una delle piu' belle versioni di VISION OF JOHANNA su ELSTON GUNN su you tube. Per tutti gli amici della fattoria mi piacerebbe che ascoltassero quella permorfance . Grazie come sempre per il tuo superbo lavoro per tutti NOI . Alla prossima l'amico Marcello

Eccola caro Marcello, davvero bella versione! Live long and prosper, Mr.Tambourine, :o)

  

____________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 10584 - guidoduri

Sulla pagina Canzoni contro la guerra - You Ain't Talkin' to Me Siamo arrivati al testo completo ed al file audio della canzone citata da Dylan nella lettura per il Premio Nobel.

CCG/AWS staff

Vero, e complimenti a CCG per l'accuratezza dei suoi post.

Questo è il passaggio della Nobel Lecture di Dylan nella quale cita il passaggio:

"Poi noti i fiori di ciliegio e capisci che la natura non è toccata da tutto questo. I pioppi, le farfalle rosse, la fragile bellezza dei fiori, il sole. Vedi come la natura è indifferente a tutto questo, a tutta la violenza e alla sofferenza di tutto il genere umano. La natura nemmeno lo nota. Sei così solo. Poi il frammento di un proiettile ti colpisce la testa di lato e sei morto. Sei stato fatto fuori, depennato. Sei stato sterminato. Ho messo giù questo libro e l’ho chiuso. Non ho mai più voluto leggere un romanzo di guerra, e non l’ho mai più fatto.
Charlie Poole, della North Carolina, aveva una canzone che collegava tutto questo. Si intitola “You Ain’t Talkin’ to Me” e i versi dicono:

Ho visto un cartello in una vetrina andando un giorno in città.
Entra nell’esercito, gira il mondo”, è quello che diceva
“Vedrai posti eccitanti in allegra compagnia,
Incontrerai persone interessanti e imparerai anche a ucciderle”.
Oh, non stai parlando a me, non stai parlando a me.
posso essere matto e tutto quanto, ma credimi, ho buonsenso.
Non stai parlando a me, non stai parlando a me.
Uccidere con un’arma non suona divertente.
Non stai parlando a me".

Grazie per la segnalazione, alla prossima, live long and prosper, Mr.Tambourine, :o)

 

 
Giovedì 18 Ottobre 2018

Lafayette, Louisiana - Heymann Center, October 16, 2018

  

1. Things Have Changed
2. It Ain't Me, Babe
3. Highway 61 Revisited
4. Simple Twist Of Fate (Bob on harp)
5. Cry A While
6. When I Paint My Masterpiece (Bob on harp)
7. Honest With Me
8. Tryin' To Get To Heaven
9. Scarlet Town (Bob center stage, Donnie on banjo, Tony on standup bass)
10. Make You Feel My Love
11. Pay In Blood
12. Like A Rolling Stone (Tony on standup bass with bow)
13. Early Roman Kings (Tony on standup bass)
14. Don't Think Twice, It's All Right (Bob on harp, Tony on standup bass with bow)
15. Love Sick
16. Thunder On The Mountain (ending with George drum solo)
17. Soon After Midnight
18. Gotta Serve Somebody

(encore)
19. Blowin' In The Wind (Donnie on violin, Tony on standup bass)
20. Ballad Of A Thin Man

__________________________________________________________________________________________________________________

Thackerville, Oklahoma - WinStar World Casino and Resort, October 13, 2018

di Barry McCollom

Una dura pioggia stava cadendo nel nord del Texas nella mattinata prima dello spettacolo. Il Win Star Casino è a circa un'ora e mezza a nord appena oltre il Confine Nord del Texas. Si possono immaginare le mandrie di bestiame che si spostano da queste parti nel giorno del Chisholm Trail con le canzoni dei cowboys seduti intorno ai fuochi da campo durante la notte e la terra costellata di mucche da latte e cavalli al pascolo, mentre un vecchio treno è fermo lungo un gigantesco vecchio mulino per fare il grano. Atmosfera perfetta per dirigersi al "the carnival tonight". Il casinò è sulla terra della Choctaw Nation, i nativi americani orgogliosi di essere ancora una tribù inviolata ed invincibile! Finte colonne romane giganti, falso edificio dell'Empire State, finta torre del Big Ben, circondano tutti il luogo dove si trova la piccola sede di 3000 posti. Luci fioche, il piano di Dylan è posizionato leggermente in avanti così si può vedere leggermente prima che si accendano le luci. Questo è il secondo spettacolo che sto per vedere in una settimana, quindi non mi aspetto sorprese ma stasera il mio posto è proprio nel mezzo della sezione A, quindi posso dare una buona occhiata alla faccia di Bob mentre i suoi occhi si sollevano leggermente con i solchi sulla fronte mentre si appoggia al microfono. Quando Bob si sposta al centro della scena per Scarlet Town, la folla accompagna ondeggiando ogni sottile mossa del crooner. Non c'è bisogno di Jumpin 'Jack Flash qui. Ho anche notato come entrambi Masterpiece e Don’t Think Twice abbiano inizio con la voce di Bob e un pò di pianoforte e gradualmente i diversi strumenti entrano a loro volta. L'archetto di Tony Garnier sul basso, le spazzole di George Recile sui piatti sono sottili tocchi che portano nuove sfumature a queste classiche canzoni. Dopo Gotta Serve Sopmebody, Bob si è diretto verso il centro del palcoscenico con la sua vivacità alzando mani come per dire.....questo è quanto gente.
Niente arpa stasera alla fine di Thin Man ma ancora un ultimo crescendo con Bob in piedi trionfante alla tastiera. Durante la strofa finale un estroso sorrisetto spuntava sul suo viso mentre lui e la band salutavano, Bob Dylan era felice! Io ero felice! Come l'uomo ha detto "Potremmo sempre provare le stesse emozioni anche se abbiamo diversi punti di vista!”

 

 
Mercoledì 17 Ottobre 2018

Talkin' 10583 - edizioninpe

 

 

Un incredibile biopic a fumetti sulla vita e la musica di Bob Dylan, ricco di fan service per gli appassionati del cantautore.

Robert Allen Zimmerman, in arte Bob Dylan, classe 1941, non ha bisogno di presentazioni.
Di questo 2018 è stata la lunga diatriba in merito al Premio Nobel per la letteratura che gli è stato assegnato, che lui all’inizio non aveva degnato di risposta.
 

Questo graphic novel rappresenta un biopic completo che passa attraverso la sua vita, raccontandoci gli inizi e la carriera: ogni pagina è costellata di fan service per gli appassionati del compositore americano, ossia copertine di dischi e citazioni a piene mani.

Il fumetto è magistralmente disegnato da due autori stilisticamente molto diversi: Stefano Corrao, che affronta con il suo tratto realistico tutta la fase iniziale della vita di Bob Dylan e la sua fase matura, e l’elegante Alessandra Melarosa, che firma la copertina e le tavole che raccontano la fase centrale di crescita artistica del cantautore.
 

Il volume si inserisce perfettamente nella catena di successi inanellata dalla collana Music & Comics di Edizioni NPE, che partì con La Storia della Musica Metal a Fumetti e La Storia della Musica Rock a Fumetti, facendole seguire dai volumi biopic di David Bowie, Bruce Springsteen, Elvis e dal recente imperdibile Jugband Blues – a graphic trip on the tracks of Syd Barrett.

 

DISPONIBILE DAL 31 OTTOBRE

    

____________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 10582 - mr.tambourine78

Ciao Mr. Tambourine!
Grazie davvero per la disponibilità e per le tante risposte che ho potuto leggere sul sito!!

Con i link che ho visto questa mattina sono riuscito a reperire tutte le registrazioni che cercavo! Grazie a Massimo Ottaviani e a Silvano!!
Ringrazierò personalmente Andrea per la disponibilità e la cortesia.

Un abbraccio a voi tutti e buoni ascolti Dylaniani!
La mia speranza (ma credo sia condivisa con voi) è quella di vedere prossimamente Dylan ancora in Italia per una serie di concerti e vederlo pubblicare un nuovo album di materiale inedito.

A presto, so long. Roberto.

Come vedi "buon sangue non mente", i Maggiesfarmers sono sempre prodighi ad arrivare dove io non arrivo e ad aiutare chiunque chieda notizie. Sono davvero felice che tu abbia trovato ciò che cercavi! Alla prossima, live long and prosper, Mr.Tambourine, :o)

 

 
Martedì 16 Ottobre 2018

Sugar Land, Texas - Smart Financial Centre, October 14, 2018

  

1. Things Have Changed
2. It Ain't Me, Babe
3. Highway 61 Revisited
4. Simple Twist Of Fate
5. Cry A While
6. When I Paint My Masterpiece
7. Honest With Me
8. Tryin' To Get To Heaven
9. Scarlet Town
10. Make You Feel My Love
11. Pay In Blood
12. Like A Rolling Stone
13. Early Roman Kings
14. Don't Think Twice, It's All Right
15. Love Sick
16. Thunder On The Mountain
17. Soon After Midnight
18. Gotta Serve Somebody

(encore)
19. Blowin' In The Wind
20. Ballad Of A Thin Man

_________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 10581 - silcatt

Oggetto: Talkin' 10579 - mr.tambourine78

Ciao a tutti.

Segnalo a Roberto (e a chi ancora non li conoscesse) due siti con i link gratuiti di una marea di registrazioni live.

Il primo (dedicato solo a Dylan) è il forum di Expecting Rain: https://expectingrain.com/discussions/

Qui, per poter accedere all'archivio concerti, bisogna registrarsi (register è in alto a sinistra). Chiedono solo un indirizzo mail, nessun numero di cellulare o adesioni a offerte strane, né spam in arrivo. Una volta registrati ed effettuato il login, sul menu della pagina sarà visibile anche la sezione Rare Dylan Recordings, vera caverna delle meraviglie per ogni appassionato del Nostro.

Quello che non si trova in Expecting Rain, si può spesso recuperare nel forum di 101Guitars dove, oltre a Dylan, ci sono migliaia di concerti di altri artisti (ogni giorni ne vengono caricati a decine): https://www.guitars101.com/forums/f145

Roberto, se invece vai di corsa e vuoi solo quei concerti che hai indicato nella tua mail, ecco dove puoi scaricarli gratuitamente. Sono flac, fonte audience, mediamente di buona qualità.

20 aprile 2002 Milano Assago:

 http://www.mediafire.com/file/8d92lcbiaok4lwf/Milan%2C+Italy.+%2820th.+April+2002%29+%28LB+5304%29+%28Bach%29+%28flac%29.zip

2 novembre 2003 Milano Assago:

 http://www.mediafire.com/file/81y1m3awz25llll/Milan%2C+Italy.+%282nd.+November+2003%29+%28LB-10132%29+%28Schubert%29+%28flac%29.zip

12 novembre 2005 Milano Assago:

 http://download1474.mediafire.com/yyqjt3qngm1g/42yzeq8j2l5r7h2/2005-11-12+-+Assago%2C+Italy+%28Bach%2C+LB-05238%2C+flac%29.zip

26 aprile 2007 Torino Palaisozaki:

 https://www.guitars101.com/forums/f90/bob-dylan-multi-post-2007-tour-490978.html

14 novembre 2011 Milano Assago:

 http://www.filefactory.com/file/4uenylx545b7/BD_-_2011_11_14_Milan.zip

Buona caccia e buon ascolto, Silvano

Un grandissimo grazie da parte mia a nome di tutti i Maggiesfarmers che potranno godere delle tue informazioni. Alla prossima, live long and prosper, Mr.Tambourine, :o)

 

 
Lunedì 15 Ottobre 2018

Irving, Texas - The Pavilion at the Toyota Music Factory, October 10, 2018

di Laurette Maillet

San Antonio è stata la mia casa per un mese, aspettando che Bob venisse da noi.
Il mio ultimo spettacolo è stato a Christchurch in Nuova Zelanda con una sorpresa, "It takes a lot to laugh, it takes a train to cry".

Ormai è chiaro che Stu ha lasciato la Band per ragioni a me sconosciute.

10 ottobre.
Mi alzo alle 5:15 del mattino per prendere il mio autobus Greyhound per Dallas dove i miei amici Carol e Joni mi porteranno fino a Irving. Arriviamo abbastanza presto per dare un'occhiata a Bob che termina il soundcheck e salta nel suo American Tour bus. Fin qui tutto bene.
Incontriamo David, un fan di San Antonio, che per caso prenderà lo stesso bus con me per tornare a San Antonio.
Carol sarà il mio buon samaritano stasera. Non devo preoccuparmi di chiedere l'elemosina per un biglietto temendo la security. Grazie mille mia cara amica!
Le 7, entro nel locale., fuori sta diventando un po' freddo. La sala non è grande, forse 5.000 posti, intima.

Entro alle 20:00, non succede nulla. Stu non è qui, quindi i tempi non sono garantiti.
8. 15 pm, sentiamo uno strano sottofondo musicale con trombe.
Non più i noodle di Stu. Ciononostante, George dà il segnale alla Band ed a Bob per prendere posizione.

1. Things Have Changed - La band non suona bene, non è insieme, gli manca forse Stu che dà il ritmo? La voce di Bobby non è chiara come una volta.
2. It Ain’t Me Baby - La gente si sta precipitando ai loro posti. La sicurezza non dovrebbe consentire alle persone di sedere tra le canzoni! Dico!
3. Highway 61 Revisited - Ha cambiato qualche parola? Proprio all'inizio? Dio non parla ad Abe allo stesso modo?
4. Simple Twist Of Fate - Il suono è migliore ora. Bella armonica che fa gioire il pubblico.
5. Cry A While - Una piccola concertazione con Tony e Charlie, Bob non inizia subito una nuova canzone senza consultare i suoi musicisti, paura di perdere un altro dalla sua Band, ora Band -1?
6. When I Paint My Masterpiece - Oh mio! Bella melodia del pianoforte. Un piccolo Mozart! La mia preferita questa notte.
7. Honest With Me - 8. Tryn’ To Get To Heaven – le mie due meno gradite, ascolto rispettosamente, alcune persone stanno già andando al bar.
9. Scarlet Town - Sento Donnie che accorda il suo banjo. Poteva essere "High Water" o "Blind Willie McTell", invece è Scarlet". Tutte e tre sono buone per me.
10. Make Yoy Feel My Love - Il pubblico reagisce positivamente alle prime parole. Immediatamente riconoscibile.
11. Pay In Blood - Ha cambiato la melodia / tono / ritmo. È meno arrogante, meno crudele. Manca di energia.
12. Like A Rolling Stone - Grande enfasi sulle ultime parole di ogni riga, costruendo la suspense. Era il momento in cui il pubblico avrebbe cantato insieme ... quei giorni sono finiti! Alla fine c’è solo un lungo applauso.
Con la Sdecurity così stretta, nessuno si azzarda a muovere un dito. Solo una ragazza muove incessantemente le braccia in aria. È stata lasciata sola!
13. Early Roman Kings - Nessuno alzerà un fazzoletto in aria, nessuno suonerà un campanello. Dove sei un ragazzo australiano?
14. Don’T Think Twice – Mormoro qualche parola per la prima volta. Non voglio disturbare l’atmosfera stile Opera, mooolto calma e tranquilla.
15. Love Sick - Alla fine sembra che ci sia un piccolo errore nel testo.
16. Thunder On The Mountain - Sì. Le persone accanto a me si stanno allontanando, come per andare al Bar o per lasciare la sede. Posso muovere i miei piedi, su e giù sul pavimento di cemento. George non ottiene l'ovazione che dovrebbe ricevere. Non abbatterti Little Georgie, ti amiamo!
17. Soon Aftyer Midnight - Dolce. La più dolce di "Tempest", altro saggio di un pacchetto apocalittico di catastrofi!
18. Gotta Serve Somebody - Non l'ho riconosciuto fino a metà, ha cambiato di nuovo il testo. Che poeta! Prima che la Band -1 finisca di suonare Bobby si muove verso il centro della scena e li fa mettere in fronte al pubblico, la mano sinistra sul fianco.
Bene! Sono l'unica a ricevere il messaggio mentre mi alzo per un forte applauso.
Bob si mallontana nell'oscurità in attesa che il pubblico reagisca. Decisamente non un pubblico di Bobcats!

(Bis)
19. Blowin 'In The Wind
20. Ballad Of A Thin Man
Poco entusiasmo, niente casino, niente super ovazione. Un inchino da tutti e 5 e via dal palco.

Lascio la sede ormai vuota. Non ci vuole molto a raggiungere la strada.
Questo è stato il mio primo spettacolo negli Stati Uniti. Non ho avuto brutte esperienze, i miei amici sono stati gentili con me. Sono felici, anch’ io sono felice.
Ma questo non è stato lo Show dell'anno, di sicuro.
Sì, mi manca Stu. Ci vorrà un po' di tempo per non colmare il suo spazio vuoto.
La Band -1 deve restare unita. Charlie sta facendo del suo meglio, di sicuro.
La voce di Bobby non era così chiara e l’ articolazione delle parole a volte era difettosa.

Carol e Joni mi danno un passaggio alla stazione della Greyhound dove incontro David. Passiamo 4 ore a parlare di Dylan (principalmente io) per tenerci svegli. Dentro l'autobus dormiamo per metà viaggio in una posizione scomoda .... sognando ....un altro show.
Ci vediamo tutti in SugarLand!

 

 
Domenica 14 Ottobre 2018

Talkin' 10580 - massimo.ottaviani

Oggetto: Talkin' 10579 - mr.tambourine78

Buongiorno Mr. Tambourine,
in risposta a Roberto il sito in cui può trovare (a pagamento) tutti i concerti di Bob Dylan (e anche di altri) è:
https://www.rockinconcerts.com/

Sotto ho inserito i link per i concerti da lui richiesti (la qualità delle registrazioni varia da concerto a concerto).
A presto, Massimo (Barabba).


https://www.rockinconcerts.com/?subcats=Y&pcode_from_q=Y&pshort=Y&pfull=Y&pname=Y&pkeywords=Y&search_performed=Y&q=bob+dylan+2011-11-14&dispatch=products.search&security_hash=7934d09589a6c5ae4bf57d0e4c83b223


https://www.rockinconcerts.com/?subcats=Y&pcode_from_q=Y&pshort=Y&pfull=Y&pname=Y&pkeywords=Y&search_performed=Y&q=bob+dylan+2007-04-26&dispatch=products.search&security_hash=7934d09589a6c5ae4bf57d0e4c83b223


https://www.rockinconcerts.com/?subcats=Y&pcode_from_q=Y&pshort=Y&pfull=Y&pname=Y&pkeywords=Y&search_performed=Y&q=bob+dylan+2005-11-12&dispatch=products.search&security_hash=7934d09589a6c5ae4bf57d0e4c83b223


https://www.rockinconcerts.com/?subcats=Y&pcode_from_q=Y&pshort=Y&pfull=Y&pname=Y&pkeywords=Y&search_performed=Y&q=bob+dylan+2003-11-02&dispatch=products.search&security_hash=7934d09589a6c5ae4bf57d0e4c83b223


https://www.rockinconcerts.com/?subcats=Y&pcode_from_q=Y&pshort=Y&pfull=Y&pname=Y&pkeywords=Y&search_performed=Y&q=bob+dylan+2002-04-20&dispatch=products.search&security_hash=7934d09589a6c5ae4bf57d0e4c83b223

Grazie mille caro Barabba, (e grazie un'altra volta per Barolo che non dimenticherò mai), è bello saper di poter contare su amici come te. Sono certo che non solo Roberto ma anche altri dylaniani saranno felici per la tua segnalazione. Alla prossima, live long and prosper, Mr.Tambourine, :o)

____________________________________________________________________________________________________________________

Tulsa, Oklahoma - River Spirit Casino Resort, October 12, 2018

  

1. Things Have Changed
2. It Ain't Me, Babe
3. Highway 61 Revisited
4. Simple Twist Of Fate
5. Cry A While
6. When I Paint My Masterpiece
7. Honest With Me
8. Tryin' To Get To Heaven
9. Scarlet Town
10. Make You Feel My Love
11. Pay In Blood
12. Like A Rolling Stone
13. Early Roman Kings
14. Don't Think Twice, It's All Right
15. Love Sick
16. Thunder On The Mountain
17. Soon After Midnight
18. Gotta Serve Somebody

(encore)
19. Blowin' In The Wind
20. Ballad Of A Thin Man

____________________________________________________________________________________________________________________

Eric Clapton’s Holiday Album, ‘Happy Xmas’                                            clicca qui

 

 
Sabato 13 Ottobre 2018

Midland, Texas - Wagner Noël Performing Arts Center, October 9, 2018

di Nancy Hernandez

Resto ancora due giorni dopo questo concerto. Tutto nello spettacolo è stato memorabile. La nuova e moderna sede per le esibizioni nelle pianure del Texas occidentale tra Midland e Odessa si trova nel mezzo del Bacino di Permian. Una sorpresa inaspettata per un posto fuori città e un tesoro di locale.
La folla vivace e amichevole che si è riunita all'ingresso è stata la migliore del Texas. L'energia ronzava mentre gli amici si salutavano e l’eccitazione per Dylan che arrivava in città permeava l'atmosfera. Le vibrazioni erano meravigliose.

Le luci si abbassano alle 8 di sera e la band sale sul palco in formale abbigliamento, tutti in blazer metallici argentati decorati con profili neri. Bob indossa una giacca da smoking a un bottone con un colore più caldo metallizzato
tessuto fantasia, pantaloni neri a righe bianche a lato, cintura bianca e stivali e un anello di diamanti alla sua sinistra, il dito delle nozze.
E via, andiamo. . . .

Things Have changed: In piedi al piano, la migliore versione dal vivo che ho mai sentito.
It Ain’t Me Baby: Una esecuziopne ampia ed espansiva di questa canzone.
Highway 61. Sembrava una potente centrale elettrica con Bob che aveva le chiavi.
Simple Twist of Fate: Inizio doloroso, due intermezzi d'armonica e sotto la steel guitar dolce di Donnie.
High Water: Un'altra versione migliore per me. Bellissimo picking di Charlie.
When i Paint My Masterpiece: La voce è lenta e deliberata. Una storia è stata raccontata e abbiamo avuto modo di vedere l'artista dipingere il suo capolavoro nella canzone. . . Il pubblico l'ha adorato. Il suono ben coeso, gli strumenti di ogni musicista si intrecciano in una splendida esibizione. Un lento giro in gondola. Un dipinto musicale con finale di armonica. Bravo Bob.
Honest With Me: Rock, ritmo martellante e veloce. Bob ringhia e sputa tutte quelle parole in un’ esecuzione stile staccato.
Trying To Get To Heaven: "Per darti tutto." Interludio di armonica.
Scarlet Town: Bob in piedi al centro del palco al microfono. Il pubblico reagisce un paio di volte e si riferisce alla narrativa oscura del testo. Bello il banjo suonato da Donnie; Charlie lega il tutto con la sua chitarra.
Make You Feel My Love: In piedi al pianoforte, prestazione mozzafiato. Squisita.
Pay In Blood; "Più prendo più dò." Le verità sono profonde” “La vita è difficile e non dura a lungo ". . . Ora siamo sotto l'incantesimo del laureato del Nobel.
Like A Rolling Stone: Bob ci coglie di sorpresa mentre inizia la canzone forse più amata da tutti. È eseguita in un modo nuovo. Gli è piaciuto catturarci alla sprovvista con questa gemma. La folla del Texas è comunque asfaltata.
Early Roman Kings: Questa band uccide tutti. Le prime note di questa sfacciata e astuta canzone blues fa agitare tutti, davvero deliziosa.
Don’t Think Twice It’s All Right: Esecuzione rallentata. Ogni parola è emozionante all’ascolto. Il pubblico risponde. L'incantesimo melodico continua con un assolo di armonica.
Love Sick: Il beat riconoscibile attira la nostra attenzione e ci attira. Siamo tutti fuori e saltiamo. Bob in piedi al pianoforte. C'è una pressione crescente, il ticchettio dell'orologio. Un intermezzo d'armonica. . . poi il pensiero finale e la canzone sfuma, "Solo non so cosa fare, darei qualsiasi cosa per essere con te”.
Thunder on The Mountain: Sembra un po' come salire su una giostra. Charlie sta eseguendoalcuni gustosi passaggi. Le cose stanno aumentando di intensità.
It Takes A Lot To Laugh, It Takes A Train To Cry: questo profondo blues inizia lentamente e si sistema in una cadenza che parla direttamente a tutti quei musicisti blues che hanno riversato la loro anima su questo ricco terreno del Texas. Che benedizione è Bob Dylan per noi in questa vita e per la prossima.
Il meglio di Bob Dylan e del suo songbook.
Questa band: Tony, Charlie, Donnie e George, e questa incarnazione con Bob che è una specie di meraviglia che non ho mai visto abbastanza anche se ho partecipato a molti concerti. È successo qualcosa di veramente speciale.

Gotta Serve Somebody: La canzone che non vedevo l'ora di ascoltare e quella che è stata la mia pietra di paragone nel corso degli anni è molto diversa nel suono di quanto mi aspettassi e il testo è stato completamente rivisto.
Prima che io la riconosca Bob si trascina verso il centro della scena, in piedi come se volesse prendere il microfono, e tutto finisce.
La band lascia il palco e la folla chiede il bis.

Inizia l'encore. . .

Blowin' In The Wind; Le domande eterne della vita. Una crociera musicale finale con Bob. Un tempo per riflettere su questo grande viaggio della vita, la condizione umana e la maestosità della natura.
Ballad Of A Thin Man; Il nostro tempo! Un decennio diverso e diversi cast di personaggi, ma la trama è senza tempo. Un master musicale finale eseguito dall’artista più importante della nostra generazione.
Grazie amici.

_____________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 10579 - mr.tambourine78

Ciao,
per prima cosa complimenti per la puntualità e la ricchezza di informazioni che ogni giorno il tuo blog permette di avere su tutto ciò che ruota intorno all’arte di Bob Dylan.
Ti scrivo per avere un tuo parere sulla possibilità di reperire e acquistare i file audio o in alternativa i cd (qualora esistessero) dei seguenti concerti che Bob Dylan ha tenuto in Italia in passato:
20 aprile 2002 Milano Assago

2 novembre 2003 Milano Assago

12 novembre 2005 Milano Assago

26 aprile 2007 Torino Palaisozaki

14 novembre 2011 Milano Assago (Tour con Mark Konpfler)

Sai se esiste un forum per contattare altri appassionati che potrebbero esser in possesso delle registrazioni che cerco o esiste un sito che raccolga registrazioni di concerti di Bob Dylan?
Grazie in anticipo per la disponibilità e un saluto!
Roberto Tolosano

Ciao Roberto,purtroppo personalmente non saprei segnalarti se esistono siti con quello che tu chiedi, comunque, come al solito, se qualcuno dei nostri Maggiesfarmers ha notizie in proposito di sicuro ce lo farà sapere, stay tuned! Live long and prosper, Mr.Tambourine, :o)

_____________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 10578 - benede

Ciao, ti mando il video che ho fatto per ricordare il ventunesimo anno, appena trascorso, dell’incontro di Bob Dylan con Giovanni Paolo II, se lo ritieni puoi pubblicarlo mi farebbe piacere. Cordiali saluti, Benedetto Landi.

  

Grazie caro Benedetto per il gradito ricordo di un due grandi uomini insieme nello stesso evento! Live long and prosper, Mr.Tambourine, :o)

 

 
Venerdì 12 Ottobre 2018

Irving, Texas - The Pavilion at the Toyota Music Factory, October 10, 2018

  

1. Things Have Changed
2. It Ain't Me, Babe
3. Highway 61 Revisited
4. Simple Twist Of Fate
5. Love Sick
6. Cry A While
7. When I Paint My Masterpiece
8. Honest With Me
9. Tryin' To Get To Heaven
10. Scarlet Town
11. Make You Feel My Love
12. Pay In Blood
13. Like A Rolling Stone
14. Early Roman Kings
15. Don't Think Twice, It's All Right
16. Thunder On The Mountain
17. Soon After Midnight
18. Gotta Serve Somebody

(encore)
19. Blowin' In The Wind
20. Ballad Of A Thin Man


_________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 10577 - aleferrari709

Oggetto: Where are u tonight Stu??

Buongiorno, news sui motivi dell’assenza di Stu Kimball? Non credo sia stato estromesso dalla band anche perché sentendo le registrazioni degli ultimi concerti si sente la mancanza e pare che i pezzi siano un po’ improvvisati rispetto agli arrangiamenti più equilibrati che ho sentito dal vivo tre volte questa primavera. Fai sapere se hai news.


Bravo Alessandro, al momento sei stato l'unico ad accorgersi che Stu non è sul palco con la band di Bob in questo inizio del tratto americano del Tour. Ancora nessuna notizia in merito, purtroppo le uniche recensioni pubblicate finora (che ho tradotto e postato Mercoledì 10) non fanno cenno della cosa, come se i recensori non si fossero nemmeno accorti dell'assenza di Stu o se fosse una cosa da ignorare perchè senza alcuna importanza. Pare che al momento Stu sembri impegnato al Funky Young Monks ( https://funkyyoungmonks.com/about ). Speriamo di sapere qualcosa in merito al più presto, per il momento ti ringrazio per la preziosa segnalazione! Live long and prosper, Mr.Tambourine, :o)

 

 
Giovedì 11 Ottobre 2018

Midland, Texas - Wagner Noël Performing Arts Center, October 9, 2018

  

1. Things Have Changed (Bob on Piano)
2. It Ain't Me, Babe (Bob on Piano)
3. Highway 61 Revisited (Bob on Piano)
4. Simple Twist Of Fate (Bob on Piano and Harp)
5. High Water (For Charley Patton) (Bob on Piano)
6. When I Paint My Masterpiece (Bob on Piano)
7. Honest With Me (Bob on Piano)
8. Tryin' To Get To Heaven (Bob on Piano and Harp)
9. Scarlet Town (Bob center stage)
10. Make You Feel My Love (Bob on Piano and Harp)
11. Pay In Blood (Bob on Piano)
12. Like A Rolling Stone (Bob on Piano)
13. Early Roman Kings (Bob on Piano)
14. Don't Think Twice, It's All Right (Bob on Piano and Harp)
15. Love Sick (Bob center stage)
16. Thunder On The Mountain (Bob on Piano)
17. It Takes A Lot To Laugh, It Takes A Train To Cry (Bob on Piano)
18. Gotta Serve Somebody (Bob on Piano) (Boobie Woogie version)

(encore)
19. Blowin' In The Wind (Bob on Piano)
20. Ballad Of A Thin Man (Bob on Piano and Harp)

 

 
Mercoledì 10 Ottobre 2018

Albuquerque, New Mexico - Kiva Auditorium, October 7, 2018

di Noel Trujillo

Sono appena tornato dal concerto di Albuquerque, ad un'ora e mezza di auto da Chimayo, New Mexico. Ho visto Dylan, di tanto in tanto dagli anni '80 (circa 20 concerti) anche se Dylan è entrato nella mia psiche attorno al 1964. Forse ecco perché "It Ain’t Me, Babe" mi ha fatto venire un nodo alla gola. Mi è piaciuto molto questa nuova invenzione di Dylan con arrangiamenti così diversi da quelli che potresti ascoltare su disco o anche in altri concerti. La sua voce in "Don’t Think Twice" era profonda ed emotiva come mai l'ho sentito, in particolare il modo in cui ha risuonato "It’s All Right". Il Kiva è piccolo posto per concerti, intimo e caloroso, con poco spazio per alzarsi e ballare. Sebbene "HW 61", "Early Roman Kings" e anche "Things Have Changed” avevano fatto venir la voglia di ballare la sede piccola lo ha impedito. Molti frequentatori ballavano momentaneamente nel corridoio ma sono stati invitati a smettere. Non c'era più la cantilena di Bob e mi chiedevo perché. Il il pubblico era un mix di tutte le età, educato, ma riconoscente. I punti salienti per me sono stati (oltre alle canzoni precedentemente citate) "When I Paint My Masterpiece", "It Takes a Lot to Laugh, A Train to Cry," e "Gotta Serve Somebody". Niente cali, molto ottimismo tranne "Trying to Get to Heaven" che era spaventosa nelle sue implicazioni. Non so se avrò un'altra possibilità di vedere Bob perché qui ad Albuquerque viviamo nel deserto quasi in mezzo al nulla, ma questa volta lui ha rinnovato il mio spirito e ha nutrito il mio cervello. Io sospetto che alcuni del pubblico parleranno ai loro figli del 2018 come il periodo in cui videro Dylan, più o meno nello stesso modo in cui io ho detto al mio bambino di quando ho visto Elvis nel 1972. Ho amato le canzoni di Tempest e quelle degli anni '60, canzoni che hanno risuonato nella mia testa per tutti questi anni. Grazie, Bob, per Honest With Me, anche se ancora rimpiango di non aver sentito "Blind Willie Mctell" dal vivo, ma spero di sentirla la prossima volta in qualche luogo.

Noel Trujillo, Chimayo NM

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

di Steve Dossey

Questo spettacolo ha mostrato Dylan sempre al piano. Il sound mix del pianoforte era in primo piano ed il suo modo di suonarlo era espressivo e impressionante. Ha fatto anche tre assoli di armonica che erano belli come quelli dei tempi di Blonde On Blonde. Il canto delle prime canzoni era nello stile di Love and Theft, voce ruvida, ma su altre canzoni la sua voce era liscia, chiaramente espressiva e commovente. La maggior parte delle melodie delle canzoni erano radicalmente cambiate da quelle dei dischi e anche da quelle delle ultime esibizioni che avevo visto 5 anni fa. Sono state lente, stimolati e hanno enfatizzato la voce e il suono del piano. Sì, un' interpretazione molto diversa dai precedenti concerti (circa 20) ai quali sono stato presente. Masterpiece, Love Sick, Don’t Think Twice, Gotta Serve Somebody e Ballad Of a Thin Man sono state prestazioni eccezionali. Un grande ed unico spettacolo di un artista trascendentale. Devo anche dire che il pubblico nei suoi apprezzamenti è stato molto tiepido.
Steve Dossey.

___________________________________________________________________________________________________________________

Bob Dylan prenderà il posto di Springsteen a Broadway?                      clicca qui

 

 
Martedì 9 Ottobre 2018

Cari amici, purtroppo Telecom, per un guasto alle sue linee, mi ha lasciato 5 giorni senza Internet, quindi non ho potuto aggiornare il sito in tempo reale. Ora Telecom ha ristabilito il contatto quindi continuiamo come se niente fosse accaduto, Mr.Tambourine, :o)

Albuquerque, New Mexico - Kiva Auditorium, October 7, 2018

  

1. Things Have Changed (Bob on Piano)
2. It Ain't Me, Babe (Bob on Piano)
3. Highway 61 Revisited (Bob on Piano)
4. Simple Twist Of Fate (Bob on Piano and Harp)
5. High Water (For Charley Patton) (Bob on Piano)
6. When I Paint My Masterpiece (Bob on Piano)
7. Honest With Me (Bob on Piano)
8. Tryin' To Get To Heaven (Bob on Piano and Harp)
9. Scarlet Town (Bob center stage)
10. Make You Feel My Love (Bob on Piano and Harp)
11. Pay In Blood (Bob on Piano)
12. Like A Rolling Stone (Bob on Piano)
13. Early Roman Kings (Bob on Piano)
14. Don't Think Twice, It's All Right (Bob on Piano and Harp)
15. Love Sick (Bob center stage)
16. Thunder On The Mountain (Bob on Piano)
17. It Takes A Lot To Laugh, It Takes A Train To Cry
(Bob on Piano)
18. Gotta Serve Somebody (Bob on Piano) (Boobie Woogie version)

(encore)
19. Blowin' In The Wind (Bob on Piano)
20. Ballad Of A Thin Man (Bob on Piano and Harp)

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Tucson, Arizona - Tucson Music Hall, October 5, 2018

  


1. Things Have Changed (Bob on Piano)
2. It Ain't Me, Babe (Bob on Piano)
3. Highway 61 Revisited (Bob on Piano)
4. Simple Twist Of Fate (Bob on Piano and harp)
5. High Water (For Charley Patton) (Bob on Piano)
6. When I Paint My Masterpiece (Bob on Piano and harp)
7. Honest With Me (Bob on Piano)
8. Tryin' To Get To Heaven (Bob on Piano)
9. Workingman’s Blues #2 (Bob center stage then on piano)
10. Make You Feel My Love (Bob on Piano and harp)
11. Pay In Blood (Bob on Piano)
12. Like A Rolling Stone (Bob on Piano)
13. Early Roman Kings (Bob on Piano)
14. Don't Think Twice, It's All Right (Bob on Piano)
15. Love Sick (Bob center stage)
16. Thunder On The Mountain (Bob on Piano)
17. It Takes A Lot To Laugh, It Takes A Train To Cry
(Bob on Piano)
18. Gotta Serve Somebody (Bob on Piano) (Boobie Woogie version)

(encore)
19. Blowin' In The Wind (Bob on Piano)
20. Ballad Of A Thin Man (Bob on Piano)

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Phoenix, Arizona - Comerica Theatre, October 4, 2018

  


1. Things Have Changed (Bob on Piano)
2. It Ain't Me, Babe (Bob on Piano)
3. Highway 61 Revisited (Bob on Piano)
4. Simple Twist Of Fate (Bob on Piano and harp)
5. High Water (For Charley Patton) (Bob on Piano)
6. When I Paint My Masterpiece (Bob on Piano and harp)
7. Honest With Me (Bob on Piano)
8. Tryin' To Get To Heaven (Bob on Piano)
9. Workingman’s Blues #2 (Bob center stage then on piano)
10. Make You Feel My Love (Bob on Piano and harp)
11. Pay In Blood (Bob on Piano)
12. Like A Rolling Stone (Bob on Piano)
13. Early Roman Kings (Bob on Piano)
14. Don't Think Twice, It's All Right (Bob on Piano)
15. Love Sick (Bob center stage)
16. Thunder On The Mountain (Bob on Piano)
17. It Takes A Lot To Laugh, It Takes A Train To Cry
(Bob on Piano)
18. Gotta Serve Somebody (Bob on Piano) (Boobie Woogie version)

(encore)
19. Blowin' In The Wind (Bob on Piano)
20. Ballad Of A Thin Man (Bob on Piano)

_________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 10576 - s.cagnucci

Oggetto: More Blood On The Tracks

Prezzo rientrato a valori ragionevoli su Amazon Italia. 133 Euro circa.
Ciao e grazie del vostro magnifico sito.
Stefano.

Meno male, il prezzo esatto è 138,73 euri come da link sotto:

https://www.amazon.it/More-Blood-Tracks-Bootleg-Vol/dp/B07H5VTTDD

Grazie della segnalazione che sarà certamente utile a molti Maggiesfarmers, Live long and prosper, Mr.Tambourine, :o)

 

 
Mercoledì 3 Ottobre 2018

Let's Begin
(Jimmy Layne Webb)

Eseguita da Bob Dylan durante il World Tour 1981, cantata alla Drammenshallen di Drammen, Norvegia, il 10 Luglio 1981
con Clydie King alla seconda voce

  

Oooh
when the love was lost
How did ever survive?
Through that dark and lonely midnight
Tell me how did I stay alive?
Oooooh
I'll try to last 'til morning
My new found friend, let's begin
Let's begin,
Today so much to discover,
let's begin
We got to learn about each other
And in the end
we may find that we are lovers
You know, you got to play to win,
let's begin
Oh, how to count the cost
How did we ever survive?

What the future has in store
Well, it's time to realize
Oh, well i try it all again
My new found friend, let's begin
Let's begin,
Know ther’s so much to discover,
let's begin
We got to learn about each other
And in the end
we may find that we are lovers
You know, you got to play to win,
Let's begin,
Today so much to discover,
let's begin
We got to learn about each other
And in the end
we may find that we are lovers
You know, you got to play to win,
let's begin

Personnel:

Bob Dylan (voice,guitar, harmonica)
Carolyn Dennis (vocal)
Tim Drummond (bass)
Jim Keltner (drums)
Clydie King (vocal)
Regina McCrary (vocal)
Madelyn Quebec (vocal)
Steve Ripley (guitar)
Willie Smith (keyboards)
Fred Tackett (guitar)

 

 
Martedì 2 Ottobre 2018

Talkin' 10575 - bobmalone

Data la triste scomparsa di Aznavour, è possibile che Bob esegua "The Times We've Know" nel suo tour negli USA che inizierà a brevissimo.

E' probabile, anzi, auspicabile che Bob faccia un doveroso tributo ad uno dei più grandi artisti di tutti i tempi. Dylan ha eseguito la canzone due volte dal vivo, la prima volta al Madison Square Garden di New York il giorno 1 Novembre 1998 e la seconda 11 anni dopo a Parigi il giorno 8 Aprile 2009 con lo stesso Aznavour presente in sala. Ecco il videoclip di New York:

The Times We’ve Known (Charles Aznavour cover) (Live in New York 11/1/98)

  

Live long and prosper, Mr.Tambourine, :o)

 

 

Lunedì 1 Ottobre 2018

Talkin' 10574 - acquaraggia

Lunedì 1 ottobre

Biblioteca di Rifredi .SMS di Rifredi . h. 17.00
Dante Dylan

il common ground nella musica



Le dissonanze infernali all'ingresso nell'Inferno (canto III). La dolce melodia riproposta dal musico Casella nel secondo canto del Purgatorio. L'armonia sublime del cielo delle stelle fisse nel Paradiso. Dalla ballata medievale fino a a “Hard rain'' e "Jokerman" che cammina sulle acque mentre l’uragano infuria.

Massimo Seriacopi dantista / Giuseppe Oliverio musicista.

Introduce Clara Vella

Ingresso libero

__________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 10573 - giuseppe.cesario

Buongiorno,
grazie per il vostro sito pieno di informazioni su Bob Dylan.
Avrei una domanda da farvi.
Conoscete altri bootlegs di Bob usciti per la etichetta non ufficiale
Oil Well oltre al noto "One for the road"?

https://www.discogs.com/it/Bob-Dylan-One-For-The-Road/release/4924057

Grazie mille in anticipo. Giuseppe.

Credo ci siano in circolazione alcune centinaia di bootlegs pirata di Dylan ed è impossibile elencarli tutti. Sotto trovi gli indirizzi dove puoi leggere notizie di alcuni di essi, a partire da "Great White Wonder" che è stato in assoluto il primo bootleg della storia della musica e che riguardava Bob Dylan. Poi se fai una ricerca in internet con la voce "bootlegs pirata bob dylan", con un pò do pazienza scrollando le pagine ne potrai trovare altri oltre a qielli che ti indico sotto:

https://it.wikipedia.org/wiki/Great_White_Wonder
http://edlis.org/twice/threads/top_10_boots.html
http://www.bobsboots.com/CDs/cd-u07.html
https://www.elvis-collectors.com/forum/viewtopic.php?f=2&t=74119
https://themidnightcafe.org/2016/11/15/lossless-bootleg-bonanza-bob-dylan-genuine-bootleg-vol-4/
http://rockonvinyl.blogspot.com/2013/05/bob-dylan-live-unlicensed-1995-bootleg.html
https://themidnightcafe.org/2010/03/15/bootleg-bonanza-bob-dylan-alias-the-sideman-story-vol-1/
https://themidnightcafe.org/2017/04/24/lossless-bootleg-bonanza-bob-dylan-new-york-ny-041263/

Live long and prosper, Mr.Tambourine, :o)

__________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 10572 - s.cagnucci

Ciao Tamburino, ma come mai il prezzo di "More Blood More Tracks" in Italia sta a circa 230 Euro e nel resto del mondo non supera i 120 Euro??? Speriamo cambi presto...in meglio! :)

Misteri di mercato, comunque prova ad aggirare l'ostacolo acquistandolo direttamente da Amazon.com:

https://www.amazon.com/Blood-Deluxe/dp/B07H5VTTDD 

La versione deluxe costa 114,98 Dollari pari a 99 Euro, la versione 1 Cd costa 11,98 Dollari pari a 10,32 Euro e la versione vinile costa 25,01 Dollari pari a 21,54 Euro.

Live long and prosper, mr.Tambourine, :o)

 

PREVIOUS PAGE - PAGINA PRECEDENTE

MOTORE DI RICERCA INTERNO

cerca in maggiesfarm.eu

ARCHIVIO NEWS