maggiesfarm.eu - sito italiano di bob dylan

SITO ITALIANO DEDICATO A BOB DYLAN

created by Michele "Napoleon in rags" Murino                                                                 managed by Mr. Tambourine

                                                                                               

a

                                                                                                                  

invia le tue e-mail a : spettral@alice.it
il presente sito, amatoriale, non riveste alcun carattere commerciale, ma intende solo onorare l'artista cui è dedicato. I testi delle canzoni e le immagini che appaiono in questo sito sono coperti da copyright © ed appaiono a solo scopo illustrativo e di studio (diritto di citazione), appartenendo ogni titolo di proprietà e di utilizzo ai rispettivi autori ed editori. Gli aventi diritto potranno richiedere la rimozione delle pagine qualora si sentano lesi. Nella nostra personale convinzione che questo sito, come altri simili, non possa che costituire di riflesso un veicolo promozionale. Ove possibile verranno riportate le fonti.
Questa è una fan page non ufficiale e non è affiliata a Bob Dylan


send your e-mail to : spettral@alice.it
this amateur site has no commercial character, but will only honor the artist which is dedicated. The lyrics and images that appear on this site are copyrighted © and are for illustration purposes only and study (right to quote), and belong to each title and use to their respective authors and publishers. Rightholders can request removal of pages if they feel damages or injuried. Is our personal conviction that this site, as similar ones, can only be a reflection of a promotional vehicle. Where possible the sources will be listed.
This is an unofficial fan page and is not affiliated with Bob Dylan

THE  BEATEN  PATH

THE DYLAN'S PAINTINGS AND THE REAL PLACES

a

GLI  SCRITTI  DI  DARIO  "TWIST OF FATE"  GRECO

a
Giovedì 29 Luglio 2021

Talkin' 11850 - calabriaminimum

Tamburino mio,
forse sono stato irruento con l'ultima mail, ma sono rimasto un pò spiazzato da certi commenti, non solo tuoi.
Mi riferisco in particolare allo scambio di battute con pinocerespino, dove addirittura si è parlato di fake news.
Dato che gli elementi erano tutti a favore dell'imminente pubblicazione con relativo annuncio ufficiale sono rimasto un pò
spiazzato. Ma non tanto perché io sono più competente o informato di voi, quanto perché circolava da lungo tempo (almeno un anno abbondante) questa notizia. Ormai Sony/Columbia non ha più lo stesso modus operandi e ci sono stagisti che lavorano in smart working, da Belluno, Crotone e Agrigento, a livello potenziale. Io ne conosco personalmente un paio.
Capita quindi che ci sia una fuga di notizie e talvolta anche di materiale, che a livello aziendale circola da tempo.
Ma il punto non è questo, quanto le anteprime di Uncut e ancora di più del 12 pollici con i due brani remixati in salsa reggae e dub.
Tu però mi avevi detto che non era sufficiente per annunciare una futura pubblicazione.
Le cose sono state smentite e confermate nel giro di qualche giorno.
Resto dell'idea che la data di pubblicazione sia un pò anticipata, forse a causa del Covid-19, non saprei dirti. Comunque tutto è bene quel che finisce in Bootleg, come si usa dire.
Alla prossima, e scusa se sono stato un pò saccente!
Un abbraccio caloroso, Dario Twist of Love

Carissimo Dario Twisy of Crazy Diamond, al giorno dello scambio con Pino Ceres (Talkin' 11828 - pinocerespino) ricordo che la notizia della pubblicazione era stata data solo ed esclusivamente dal sito svizzero "www.jukebox.ch" (segnalatami da catestef in data Martedì 12 Luglio 2021 - Talkin' 11826 - catestef), con link pubblicato anche da expecting.rain, il quale sito dopo meno di 12 ore aveva tolto la pagina dal WEB. La stessa cosa ti dicevo nella mia risposta alla tua mail Talkin' 11827- calabriaminimum di Venerdì 16 Luglio 2021. Non esisteva al momento nessun'altra notizia ufficiale della pubblicazione, e visto come erano i fatti pensare ad una fake new era normale. Se rileggi la mia risposta a Pino Ceres gli dicevo di sperare proprio di sbagliarmi e dover fare ammenda. Per esperienza maturata in tanti anni (è da marzo 2008 che gestisco maggiesfarm.eu), finchè una notizia riguardante Dylan non è confermata dal suo sito ufficiale per me non esiste, questo senza mettere in dubbio altre fonti. Comunque, come dici tu, tutto è bene quel che finisce in Bootleg, specialmente Vol.16! Un abbraccio anche a te, Mr.Tambourine, :o)

_________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 11849 - catestef

Oggetto: Ho incontrato Bob Dylan

Allora sei contento? Rebecca la mia amica di lavoro, mi aveva accompagnato all’aeroporto di Fiumicino allo scalo internazionale dove avevo l’aereo per Londra in terra inglese e poi il successivo per Los Angeles.
Si, ero contento gli risposi. Avrei finalmente incontrato il mito, mito che entrò nella mia casa da quando ero poco più che quindicenne e ora a cinquantacinque anni mi sembrava di essere ritornato un adolescente tremante per l’emozione.
All’arrivo nella terra di Bob Dylan ci sarebbe stata ad aspettarmi Laura, un addetta della Sony Legacy (la casa discografica di Dylan) che mi avrebbe accompagnato alla villa a Malibù; la mitica villa sormontata da una enorme cupola di rame. Si disse per essere vista anche da lontano. E cosi fu.
Non fu difficile riconoscerla perchè all’ aeroporto di L.A., nella free zone - passengers arrival,- teneva in mano un cartello con scritto a grandi lettere BOB DYLAN.
Salito sulla toyota costeggiammo un pò di colline fino ad arrivare a quella dove sorgeva la villa di Dylan.
A un certo punto Laura mi indica un enorme cancello chiuso senza essere troppo vistoso. Scese dalla macchina e suonò al citofono. Dopo un pò il cancello si aprì.
Entrando per una stradina sterrata noto che la zona è malmessa con una misera vegetazione e con pochi alberi. Una serie di macchine accatastate e arrugginite dal tempo facevano bella mostra sia a destra che a sinistra. Ma man mano che procediamo noto che la vegetazione si fa più rigogliosa e curata. Ancora un paio di salite e arriviamo nel piazzale della villa.
Appena arrivati quattro cani dalla stazza imponente circondano la nostra autovettura ringhiando e abbaiando sonoramente.
Sono i cani di Dylan.
Da un lato della villa sbuca quello che sembra essere il guardiano o il giardiniere o il custode. Con un fischio richiama a se i brutti cani.
Appena scesi dalla vettura, il custode ci dice che Mr. Dylan sarebbe arrivato presto. Nel frattempo per sgranchirmi le gambe faccio un breve giro attorno la villa assieme a Laura.
Quando con la coda dell’occhio vedo arrivare un van nero dai finestrini scuri fermarsi dietro la nostra macchina.
Scendono due uomini dalla stazza imponente e poi scende una figura esile. E’ lui.
Dylan aveva un cappuccio in testa, un paio di occhiali scuri e vestito con una giacca di pelle nera, pantaloni jeans neri e stivali.
Mi viene incontro con la sua tipica andatura. Allunga la mano prima a Laura che gli dice essere un addetta della Sony e poi stringe la mano a me.
La presa mi delude, non è una stretta di mano decisa, piuttosto un breve contatto lisciato.
Uno dei bodyguard ci dice di segurli.
Cosi mentre circondano Dylan, noi a un passo indietro li seguiamo. Non perdo di vista Dylan anche se ce l’ho davanti a me.
Da uno dei tanti ingressi della villa entriamo attraverso una porta che da in un enorme sala di registrazione.
Le ampie vetrate disposte a semicerchio lasciano vedere un enorme piscina naturale scavata a terra. Una specie di conca di origine rocciosa con dentro l’acqua a formare una piscina naturale. Tutto intorno una serie di alberi ad alto fusto e fitti cespugli ben curati, mentre una piccola cascatella ricca di acqua si immerge dentro la piscina. Una vista spettacolare.
Io e Laura ci accomodiamo su alcuni sgabelli mentre le guardie del corpo aspettano fuori la sala.
Dylan mi chiede a bruciapelo se mi è piaciuto Shadow Kingdom.
Gli dico di si, aggiungendo, peccato che è durato troppo poco.
Nel frattempo si alza e prende una chitarra acustica, indossa un porta armonica in ferro e strimpella.
Mentre strimpella mi chiede se gli piacciono le sue canzoni.
Gli dico tutte. Sono magiche e in tutte c’è della magia.
Si ferma con la chitarra e con la melodia di colpo e mi dice “Magia?”
Allora riprende a suonare…riconosco la melodia dopo pochi accordi.
“Senor….Senor….”
La canta tutta. Sono immobile e ipnotizzato sulla sedia. E’ la mia preferita di sempre.
Dylan mi dice “So che ti piace”.
Gli dico “Come fai a saperlo”.
Risponde “Magia”.
Nel frattempo entrano le guardie, una di loro si avvicina e fa “tempo scaduto” Capisco che l’incontro con Dylan è finito.
Usciamo dalla sala. Laura ed io salutiamo Dylan con un cenno della mano e nel giro di pochi secondi Bob sparisce dalla circolazione.
Intanto il nodo che avevo allo stomaco si scioglie. Lo stesso nodo che mi prende poco prima che dylan entri in scena in un qualsiasi concerto. E anche ora, come dopo averlo visto in concerto, mi chiedo se è stato tutto un sogno o la realtà.


Bene Stefano, ottimo sogno! Grazie di avercelo narrato, alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

 

 
Mercoledì 28 Luglio 2021

Talkin' 11848 - catestef

Intanto a Hibbing....oggi (ieri) in onore a bob....non so se è il college (probabilmente si) che frequentava Dylan quando era ragazzo.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Leggo da Facebook, da fans stranieri molte cose su Shadow Kingdom. Alcune di queste hanno dell'irreale secondo me, ma poi chissà se a pensarle queste cose ci si azzeca. Tipo che i musicisti che hanno accompagnato Dylan non erano musicisti ma degli attori, che non hanno suonato ma recitavano, tipo che la musica preregistrata è stata suonata da altri musicisti in studio in diverse session con diversi musicisti, c'è chi dice che in realtà a suonare è stata la "His band" di Dylan (quella del net), c'è chi dice che la strumentazione usata era di più di quella vista nel film....insomma c'è per tutti i gusti.
Questo è quanto per ora. E mi viene in mente che tutto, penso, è il classico tipo di situazione per cui si creano le leggende attorno agli artisti rock.
E quindi potrei anche io aggiungere un mistero. (Mistero che anche lo stesso Dylan a volte alimenta) Perchè Dylan ha messo "What was it you Wanted" in quel corollario di canzoni anni 60 nel film quando questa è stata incisa negli anni 90 per Oh Mercy? Cosa c'entra? Cosa sta a significare?
Inoltre credo che Dylan ha filmato non solo le canzoni anni 60 quelle del film ma anche molte altre. Secondo me è stata una lunga session che uscirà quando non si sà.
Qualcuno sa altre cose su Shadow Kingdom?
Bè come si dice c'è molta trippa per gatti.
Stefano C.

Caro Stefano, su Bob si può leggere di tutto ed il contrario di tutto, chi scrive si sente depositario della verità o portatore di notizie! Ma che importanza ha? Chi se ne frega se chi suonava erano i musicisti o degli attori, la musica che si sentiva era buona e bella e questo basta. Perchè abbia inserito "What was it you Wanted" è una domanda alla quale solo Bob può rispondere, io dico "forse perchè gli andava, perchè fra le tante incise, ed in questo concordo con te, quando le ha risentite gli sarà piaciuta ed ha deciso di inserirla, chissà, oppure ci sono altri motivi che per lui hanno un senso e che invece per noi hanno del misterioso. In fondo sono anche queste le cose che contribuiscono a fare di un artista una leggenda ed un mito. Speriamo che la futura trippa sia abbondante, con buona gioia dei gatti!

_________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 11847 - silcatt

Oggetto: The Third Master Band

Carissimo Tamburino, ho dato un’occhiata alle pagine social dei musicisti coinvolti in “Shadow Kingdom”, giusto per vedere se saltava fuori qualcosa di interessante.
Solo tre su cinque hanno postato (Buck Meek, Alex Burke e Joshua Crumby), limitandosi però a poche parole di circostanza (anche per questo progetto varrà la consueta consegna del silenzio imposta ai collaboratori di Dylan). Qualcosina, comunque, ho portato a casa.

Per cominciare, è singolare che nei post nessuno usi i termini “play” o “concert”, bensì “perform”, “movie” o “to be a part”. Forse è una sfumatura insignificante, però di fatto scrivono che si sono “esibiti” in un "film" con Bob Dylan, non che hanno “suonato” con lui.

Per quanto riguarda Alex Burke, non è il chitarrista indicato martedì scorso sulle pagine della Fattoria, bensì questo eclettico tastierista che ha pure un passato da attore: https://www.alexanderburke.com 
Ecco la pagina dove annuncia la sua partecipazione allo show: https://www.alexanderburke.com/events 

Buck Meek saluta su Instagram gli altri musicisti di “Shadow Kingdom” con un “long live The Third Master band”. È dunque questo il nome che si è dato il gruppo? Un rimando al film "The Third Man"? Third Man Records è anche il nome dell'etichetta discografica di Jack White, che - guarda caso - pubblicherà una speciale edizione in vinile (4 dischi) di “Springtime in New York” che andrà ad aggiungersi a quelle previste da Sony/Legacy (https://www.thirdmanrecords.com/news/third-man-records-announces-vault-package-49-bob-dylan-springtime-in-new-york-the-bootleg-series-vol-16-1980-1985).

Alma Har’el, regista di "Shadow Kingdom", ha sulla sua pagina Instagram una decina di immagini del video. Ma soprattutto c'è il link a un locale di Mumbai, The Bon Bon Club: arriva quindi da qui ed è un'idea sua il Bon Bon Club di Marsiglia citato nei credits di “Shadow Kingdom”? Il Bon Bon Club di Dylan sarà sicuramente fittizio, ma come chiosa la Har’el citando Melville, “Real places are never on the map”.
Approfitto per ricordare qui il suo bel film documentario “Bombay Beach” (2011), pluripremiato, in cui erano già presenti alcune canzoni di Dylan (Moonshiner, Tomorrow Is a Long Time, Series of Dreams).

E per finire, guardate cosa aveva postato Tony Garnier proprio alla vigilia dell’uscita di “Shadow Kingdom”: https://www.instagram.com/p/CRZfIfGDsCI/ 
È un filmato molto noto agli amanti del jazz, tratto da un episodio di “Route 66” (serie TV americana dei primi anni ’60), “Good Night, Sweet Blues” (si trova facilmente su youtube). C’è Ethel Waters nei panni di una cantante in cattive condizioni di salute, che prova a riunire attorno al suo letto la vecchia band (grazie a questa interpretazione, Ethel fu la prima afro americana a essere nominata per un Emmy Award). Tre dei musicisti della band sono interpretati da attori, ma gli altri tre sono vere leggende del jazz: Coleman Hawkins, Roy Eldrige e Papa Jo Jones, qui curiosamente impegnati in strumenti diversi da quelli per cui sono passati alla storia (Hawkins è al clarinetto anziché al sax, mentre Eldrige e Jo Jones si sono scambiati tromba e batteria). “Great TV in my opinion” è il commento di Tony.

Un caro saluto a tutti, Silvano.

PS: chi volesse riascoltare il “concerto”, può scaricarlo da qui:

https://download25.mediafire.com/gqynjqufmjwg/2hncxsdfqzboa3n/BD+-+Shadow+Kingdom+-+Bennyboy+remaster.rar

Grazie per le preziosissime informazioni caro Silvano, voto AAA! Credo che su Alexander Burke abbia ragione tu, così mi sono affrettato a correggere e cambiare la foto dalla settimana scorsa, inoltre Alexander si dice onorato di aver partecipato al film di Dylan anche sulla sua pagina Facebook:

https://www.facebook.com/Alexanderburke/

Alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

 

 
Martedì 27 Luglio 2021

Talkin' 11846 - catestef

Oggetto: Curiosità

Nei titoli di coda compare come location dello show il "Bon Bon Club a Marsiglia". Ho cercato su google ma a Santa Monica questo posto non esiste. Esiste in realtà a Marsiglia. Qualcuno ha detto che e' una trovata "burlona" di Dylan....lo credo anche io per depistare.

Ho cercato anch'io e confermo, ecco il logo, però il locale si chiama "Le Bonbon Marseille":

e questa è la pagina facebook: https://www.facebook.com/LeBonbonMarseille/

Ho invece trovato un'altro vecchio locale sul tipo di quello del film di Bob a Philadelphia:

   

e qui trovi notizie : https://blog.phillyhistory.org/index.php/2016/12/life-finds-a-way-on-the-locust-strip/

Chissà se Bob era a conoscenza dell'esistenza di questo locale, ma, leggendo l'articolo, sembra proprio di si!

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

E' qui la festa?
Deluxe edition 5 cd o normale 2 cd - clicca qui

Per prenotare su Amazon.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Oggetto: Too Late testo e traduzione

Too Late (Bob Dylan)

Whether there was a murder, I don`t know, I can`t say,
I was visiting a friend in jail.
There were only two women at the scene at the time,
neither one of them saw a thing, both of them were wearing a veil.
I said it was a natural situation, and it reached too high,
???? (missing section)
It`s too late to bring him back.
Too late, too late, too late, too late, too late to bring him back.

He got a brother named Paul, hanging out at the Cafe Royale,
where the all of the company is mixed.
He is pretty to look at, he wants someone to throw the book at,
but you know he drinks, and drinks can be fixed.
Sing me one more song about your summer romance,
Or maybe the one about you`re one night stand with Erroll Flynn.
In these times of compassion, with conformities and fashion,
say one more stupid thing to me, before the final nails driven in.
You know it`s too late to bring him back,
Too late, too late too late, to bring him back

Dr Silver Spoon from the ecstasy ballroom, he`s a retired businessman,
who feeds off everyone he touched.
He gives money to the church foundation for research,
he`s not someone you can play around with too much.
Miss Rose in a plate from spinning both sides of the lake,
she`s rough to look at, but she`s safe,
She`ll give you coconut bread and spiced buns in bed,
and you won`t have to worry about
sleeping with your head face down in your plate.
But know it`s too late to bring him back,
too late, too late too late, to bring him back

You gonna arrange to see a man tonight,
to tell you some secret things that you think might open some doors.
How to enter the gates of paradise,
No, not really, more like going crazy from carrying a burden
never meant to be yours.
On the stage ever doing the bumps and the grinds,
A whore will pass the hat, collect a hundred grand,
and say, "well boys, thanks."
They like to take all this money but then build castles to study in,
and sing `Amazing Grace` all the way to food bank,
But it`s too late to bring him back, too late, too late
Too late, to bring him back.

Too Late - (Bob Dylan)
(traduzione in italiano grazie a DeepL.com/Translator)

Se ci sia stato un omicidio, non lo so, non posso dirlo,
Stavo visitando un amico in prigione.
C'erano solo due donne sul posto in quel momento,
nessuna delle due ha visto nulla, entrambe indossavano un velo.
Ho detto che era una situazione naturale, e ha raggiunto un livello troppo alto,
???? (sezione mancante)
È troppo tardi per riportarlo indietro.
Troppo tardi, troppo tardi, troppo tardi, troppo tardi, troppo tardi per riportarlo indietro.

Ha un fratello di nome Paul, che frequenta il Cafe Royale,
dove c'è tutta la compagnia.
E' bello da vedere, vuole qualcuno a cui tirare il libro,
ma sai che beve, e i drink si possono aggiustare.
Cantami un'altra canzone sulla tua storia d'amore estiva,
O forse quella sulla tua avventura di una notte con Erroll Flynn.
In questi tempi di compassione, di conformismo e di moda,
dimmi un'altra cosa stupida, prima di piantare i chiodi finali.
Sai che è troppo tardi per riportarlo indietro,
Troppo tardi, troppo tardi, troppo tardi, per riportarlo indietro

Il dottor Silver Spoon della sala da ballo dell'ecstasy, è un uomo d'affari in pensione,
che si nutre di tutti quelli che ha toccato.
Dà soldi alla fondazione della chiesa per la ricerca,
non è qualcuno con cui si può giocare troppo.
La signorina Rose in un piatto che gira su entrambi i lati del lago,
è dura da guardare, ma è sicura,
Ti darà pane al cocco e panini speziati a letto,
e non dovrai preoccuparti di
dormire con la testa nel piatto.
Ma sappi che è troppo tardi per riportarlo indietro
troppo tardi, troppo tardi, troppo tardi, per riportarlo indietro

Stasera farai in modo di vedere un uomo
che ti dirà alcune cose segrete che pensi possano aprire alcune porte.
Come entrare nelle porte del paradiso,
No, non proprio, più che altro per impazzire nel portare un peso
che non avrebbe mai dovuto essere tuo.
Sul palcoscenico sempre a fare i colpi e le smerigliature,
Una puttana passerà il cappello, raccoglierà centomila dollari,
e dirà: "Bene ragazzi, grazie".
A loro piace prendere tutti questi soldi ma poi costruire castelli in cui studiare,
e cantare "Amazing Grace" fino alla banca del cibo,
Ma è troppo tardi per riportarlo indietro, troppo tardi, troppo tardi
Troppo tardi, per riportarlo indietro

La missing section potyrebbe essere questa:

"and tumbled back to the ground
You know what they say about being nice to people on your way up"

"ed è caduto di nuovo a terra
Sai cosa si dice sull'essere gentili con le persone quando si sale"

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Video ufficiale rilasciato dalla Sony oggi per il Bootleg Series Vol.16

 

Perfetto, canzone bellissima, inoltre c'è tutto il testo in sovraimpressione, quindi, leggendo tutto, mi sembra che manchi proprio l'ultima strofa che sarebbe:

Yes, I loved him too
I still see him in my mind climbing up that hill
Or was it a wall, I don’t recall
It don’t matter at all and it never will
Ain’t nothing left here partner
Just the dust of fools that have left their mark in spades
From now on this will be where you’re from
Let the dead bury the dead, your time will come
Feel that hot iron glowing now as you raise the shades

But it’s too late to bring him back
Too late, too late, too late, too late, too late to bring him back

Se è così mi faresti la cortesia di far tradurre la strofa dal tuo amico DeepL così potremo inserirlo negli archivi con tutte le altre canzoni di Bob! Grazie, alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

 

 
Lunedì 26 Luglio 2021

Talkin' 11845 - newmorning

Red Ronnie non ha detto che Dylan in America è poco conosciuto ma ha detto una cosa ben diversa e cioè che Dylan è più un mito italiano che americano. La cosa a me sembra anche probabile. Da quelle parti, infatti, è piu’ raro trovare gente accecata da fanatismo come chi lo ha voluto far credere.

Rispetto la tua opinione ma non mi trovi completamente d'accordo, personalmente non ritengo che Dylan sia più un mito italiano che americano. Comunque questo non cambia niente, le opinioni sono solo opinioni, non sono mai "la verità", da chiunque esse provengano. Ho letto migliaia di opinioni da quando gestisco la Fattoria, alcune condivise ad altre no, ma alla fine è sempre un piacere le idee degli altri e confrontarsi con esse, anche se a volte non si condividono fino in fondo. Comunque grazie di aver scritto, al prossimo mattino, Mr.Tambourine, :o)

_________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 11844 - aurtag62

Oggetto: Nel regno delle ombre

Ciao Mr.Tambourine
volevo anch'io dire la mia su Shadow Kingdom, ma ho trovato la recensione di Paolo Vites che praticamente racchiude quelle che potevano essere le mie considerazioni. Quindi ti suggerisco di linkarlo:
https://www.ilsussidiario.net/news/bob-dylan-shadow-kingdom-fantasmi-e-ombre-al-cuore-della-musica/2198118/
Grazie per quello che fai tutti i giorni.
Aurelio.

Grazie Aurelio per aver segnalato il bellissimo articolo di Vites, uno che è padrone dell'arte dello scrivere. Lo stesso articolo mi è stato segnalato anche da Catestef che ringrazio assieme a te. Alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

_________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 11843 - catestef

Ti giro questo bell'articolo.

Il magico ritorno di Bob Dylan nel suo film-concerto “Shadow Kingdom” - di Samuele Conficoni

https://www.kalporz.com/2021/07/il-magico-ritorno-di-bob-dylan-nel-suo-film-concerto-shadow-kingdom/

Molto bello anche quest'articolo dell' amico Samuele Conficoni, grazie per la segnalazione, Mr.Tambourine, :o)

_________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 11842 - eroma245

Oggetto: To fall in love with you... di nuovo esclusa

Ciao!
Di nuovo e con rammarico vedo che rimane esclusa ancora una volta dalle pubblicazioni ufficiali quella che x me è una gemma To fall in love with you... Forse perché è del 1986?
Mr Tambourine dovremmo fare una petizione x dare luce a questa meraviglia!
Un saluto, Elena.

Cara Elena, chi può sapere le ragioni delle scelte di Dylan? Fare una petizione non servirebbe a niente, questo sito conta poco oltre oceano. Una volta ho chiesto un biglietto per un concerto di Bob all'organizzatore italiano ma mi risposero che non potevano favorirmi. Così gira il mondo, a volte dire grazie costa troppo! Alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

 

 
Sabato 24 Luglio 2021

Viaggio dentro "Springtime in New York" di Bob Dylan                                       clicca qui

_________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 11841 - edoardobarghini

Oggetto: Shadow Kingdom

Un saluto a Mr.Tambourine e a tutta la Farm.
Volevo dare anch'io la mia personale opinione/recensione su Shadow Kingdom.
Comincio col dire una cosa che è stata segnalata da più parti ma che sulla Farm mi sembra non sia stata ancora presa in considerazione, e cioè che il tanto atteso live streaming... semplicemente, non era un live! Di fatto Dylan è ricorso alla classica tecnica con cui vengono girati i videoclip musicali, cioè quella di montare una traccia audio preregistrata (probabilmente in studio, con tutti gli accorgimenti del caso) su un filmato dove si vedono i musicisti che "mimano" l'esecuzione del brano, dando l'impressione visiva di star suonando live. La cosa si poteva notare osservando che non c'era sempre corrispondenza esatta tra i gesti dei musicisti, o il labiale di Bob (sapientemente coperto dai vari microfoni), e quello che si sentiva in audio, ma anche notando che, nonostante nelle scene si vedessero spesso gruppi di persone ballare, divertirsi e "fare casino" attorno a Bob e ai suoi musicisti, l'audio fosse sempre pulitissimo senza la minima traccia di rumori ambientali.
Questo di per sé non è un male (anche se ho visto che qualche recensore online si è indignato, aspettandosi di vedere un'esibizione live vera e propria e sentendosene deluso), ma è anzi una tipica "mossa da Dylan", che da decenni non ha mai smesso di divertirsi a spiazzare il suo pubblico, dandogli sempre qualcosa di completamente diverso da ciò che il suo pubblico si sarebbe aspettato da lui (in questo caso, un concerto).
Quindi com'è Shadow Kingdom? Visto come un film, uno special tv o anche un megavideoclip musicale di 50 minuti (perché di questo si è trattato), è veramente un gran bel prodotto: curatissimo, accattivante, intelligente e ben fatto. Un piacere per gli occhi e per le orecchie, con una splendida fotografia in B/N (complimenti anche alla regista, Alma Har'el) e una grandiosa cura degli arrangiamenti e delle esecuzioni: Bob ha cantato in maniera molto più pulita del solito, è vero, ma credo sia anche merito della scelta di preregistrare le tracce in studio, in maniera che la sua voce suonasse chiara e impeccabile come su disco anziché sghemba e sporca come spesso dal vivo. La qualità delle esecuzioni ne ha guadagnato: non c'era la minima pecca in nessuno dei tredici brani, arrangiati con gusto e stile e splendidamente cantati e suonati.
Non mi soffermo sullo stile delle riprese e sulle scelte registiche, particolarissime e - come ha scritto molta stampa specializzata - pervase da un'estetica cinematografica alla David Lynch. La fruizione del prodotto non poteva prescindere dalle immagini, studiate maniacalmente per ogni canzone, sia che mostrassero il solo Dylan con la sua chitarra acustica e la band sfocata in lontananza (come nella splendida versione di Forever Young) sia che viceversa affogassero i musicisti in un marasma festaiolo e fumoso di gente che balla e se la spassa durante i brani più ritmati. Mi ha colpito molto la scelta, che aveva sicuramente un significato, di mostrare per tutto il tempo i musicisti muniti di mascherina, nonostante l'ambientazione dove sono stati collocati i brani (un pittoresco locale d'altri tempi) avesse tutta l'aria di essere ben precedente alla pandemia da Covid-19, con gli avventori - spesso vestiti in abiti d'epoca - intenti a spassarsela senza alcun tipo di distanziamento sociale o dispositivo di sicurezza. L'impressione che ho avuto è stata quella di una band contemporanea del 2021 pandemico (e da qui forse anche la scelta di musicisti giovani, diversi da quelli storici) che si trovasse all'improvviso catapultata all'indietro nel tempo, in un locale degli anni '50-'60 ad accompagnare un vecchio crooner d'altri tempi che canta brani senza tempo in un altrove al di fuori del tempo. E mi ha fatto pensare - ma questa è solo una coincidenza - alla prefazione della nuova edizione da poco uscita del libro del Prof. Alessandro Carrera, "La voce di Bob Dylan", dove Carrera immaginava di incontrare Dylan nelle vesti di un vecchio cantante di piano bar che si esibisce in un localaccio della periferia americana.
Auspico anch'io di poter rivedere Shadow Kingdom in DVD, ne varrebbe la pena.
Edoardo

Benissimno caro Edoardo, opinione condivisa e recensione ben fatta in ogni suo dettaglio! Il fatto che il concerto non fosse un "live" vero e proprio ma un vero quasi/film lo davo per scontato e devo confessare do non averci nemmeno pensato. Mi sto accorgendo che Voi lettori state recensendo in modo eccellente, sul WEB ho letto di peggio, addiruttura un sito elencava una tracklist di 12 canzoni mangiandosi la n° 11. The Wicked Messenger. Comunque che dire, avete già detto tutto Voi, sono davvero fortunato!!! Grazie per averci mandato il tuo punto di vista sul filmato, alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

_________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 11840 - sebastiano.giulia

Oggetto: Shadow Kingdom

Come sempre è una cosa inimmaginabile, ed è sempre un misto fra realtà e presa in giro. Curiosa l'ambientazione al Bob Bon Club di Marsiglia (perfettamente inesistente), questo locale pieno di fumo e di un certo fascino; come sottilmente dice il sottotitolo, le vecchie canzoni non certo presentate di frequente, e parliamo di roba cantata per l'ultima volta decine di anni fa; il loro ennesimo rifacimento stilistico; il cambio di abiti e camicie, non dico da Fregoli ma insomma.... All' osservatore attento non dovrebbe però essere sfuggito l'aspetto tecnico del suono: direi che i musicisti utilizzati hanno sì suonato ma ciò che si ascolta non è molto probabilmente ciò che si vede; addirittura in un paio di occasioni si sentono suoni che provengono da altro strumento non presente in scena. Comunque è stato molto piacevole vedere ed ascoltare l'ennesima trovata del Nostro.
Ciao a tutti. Riccardo

Vedo che non vi scappa proprio niente! Ottimo così, grazie Riccardo, alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

_________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 11839 - catestef

Oggetto: Pubblicità a New York

Qualche mese fa qualcuno, "Il Rosso Ronnie", si e' permesso di dire dall'alto della sua autorevolezza che Dylan in america è poco conosciuto....non è un mito....Lo è solo per noi in italia....

Caro Stefano, come diceva Bertold Brecht “Sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore”, forse il Rosso si è lasciato suggestionare! Perciò non ragioniam di lui ma guarda e passa! Ciao, Mr.Tambourine, :o)

 

 
Venerdì 23 Luglio 2021

Talkin' 11838 - calabriaminimum

Ciao alla Farm,
va bene tutto, Mr.Tambourine, ma mettere in discussione Uncut mi pare un pò eccessivo da parte tua!
(si scherza, eh!) :O)

Non credo che io e te siamo nella posizione di potercelo permettere.
Stavolta sei stato un pò troppo diffidente e scettico... sbadato?
Era una notizia che probabilmente deve esserti sfuggita durante la celebrazione degli 80 anni del Nostro. Magari però fidati di vecchi
dylaniani DOP come il sottoscritto e soprattutto come il grande Stefano Catena, che colgo l'occasione per salutare e per ringraziare
per il suo bel feedback su Shadow Kingdom.
Saluti a tutti i Farmers, Dario Twist of Sting

Caro Stinging Dario, come ho detto ieri "Sono felicissimo di dovermi rimangiare le mie parole ed i miei dubbi che avevo espresso a proposito di questa publicazione, ma, in questo caso, meglio chiedere scusa che aver ragione, giusto?". Ho solo espresso un'opinione, contestabilissima come tutte la mie opinioni lo sono! Mi cospargo il capo di cenere, chiedo profondamente scusa e cado come l'uom cui sonno piglia! Alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

________________________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 11837 - catestef

Ti allego questa foto di Dylan a colori sul set del film Shadow Kingdom. Lo chiamo così' perchè l'idea che mi sto facendo leggendo articoli vari è che quello che abbiamo visto altro non è che un ibrido tra un film e un concerto atipico con tanto di regia, di attori, di set creato per assomigliare a un bar di Marsiglia, al bianco e nero con effetti moderni.
Atipico perchè le songs sono preregistrate e Dylan canta in playback cosi come i musicisti suonano in playback....ma non fa nulla perchè' l'effetto è' dirompente lo stesso.
Sono anche convinto che ci sarà un seguito di questo primo film sottotitolato - le prime songs di Bob Dylan - non credo che questo progetto muore e finisce qui.
Stefano C.

Condivido il tuo pensiero, certo che la sindrome di "Casablanca" avrà colpito anche il piccolo Bob a Duluth! Nel film mancano solo Bogey e la Bergman e l'atmosfera è perfetta! Aspettiamo dunque quello che verrà a seguito di questo geniale film. Alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

________________________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 11836 - mmontesano

Cari amici, invio il link a un breve pezzo su Shadow Kingdom

https://www.tomtomrock.it/review/articolo-bob-dylan-shadow-kingdom/

Buona giornata a tutti. Marina.

Grazie Marina, sempre gradito! Alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

 

 
Giovedì 22 Luglio 2021

Talkin' 11835 - bonprezzisimone

Oggetto: Bootleg Series Vol.16

Carissimi, mi permetto di inoltrare questo link:

https://www.youtube.com/watch?v=7XXMrOdt2Ow

che conferma i rumors sulla prossima Bootleg Series. Un saluto affettuoso al gestore di questa pagina, che non so chi sia ma merita un plauso per l'impegno costante.
Hollis.

Grazie per le belle parole caro Hollis. Sono felicissimo di dovermi rimangiare le mie parole ed i miei dubbi che avevo espresso a proposito di questa publicazione, ma, in questo caso, meglio chiedere scusa che aver ragione, giusto? La copertina della versione 2 CD/2LP dovrebbe essere questa sotto

La versione del cofanetto a 5 Cd con libri e foto è questa

La track list dei 5 dischi è la seguente:

DISC 1

1. Señor (Tales of Yankee Power) – Rehearsal
2. To Ramona – Rehearsal
3. Jesus Met the Woman at the Well – Rehearsal
4. Mary of the Wild Moor – Rehearsal
5. Need a Woman – Rehearsal
6. A Couple More Years – Rehearsal
7. Mystery Train – Shot of Love outtake
8. This Night Won’t Last Forever – Rehearsal
9. We Just Disagree – Rehearsal
10. Let’s Keep It Between Us – Rehearsal
11. Sweet Caroline – Rehearsal
12. Fever – Rehearsal
13. Abraham, Martin and John – Rehearsal

DISC 2

1. Angelina – Shot of Love outtake
2. Price of Love – Shot of Love outtake
3. I Wish It Would Rain – Shot of Love outtake
4. Let It Be Me – International 7″ Single B-side*
5. Cold, Cold Heart – Shot of Love outtake
6. Don’t Ever Take Yourself Away – Shot of Love outtake*
7. Fur Slippers – Shot of Love outtake
8. Borrowed Time – Shot of Love outtake
9. Is It Worth It? – Shot of Love outtake
10. Lenny Bruce – Shot of Love alternate mix
11. Yes Sir, No Sir – Shot of Love outtake

DISC 3

1. Jokerman – Infidels alternate take
2. Blind Willie McTell – Infidels outtake
3. Don’t Fall Apart on Me Tonight [version 1] – Infidels alternate take
4. Don’t Fall Apart on Me Tonight [version 2] – Infidels alternate take
5. Neighborhood Bully – Infidels alternate take
6. Someone’s Got a Hold of My Heart – Infidels outtake
7. This Was My Love – Infidels outtake
8. Too Late [acoustic version] – Infidels outtake
9.Too Late [band version] – Infidels outtake
10. Foot of Pride – Infidels outtake

DISC 4

1. Clean Cut Kid – Infidels outtake
2. Sweetheart Like You – Infidels alternate take
3. Baby What You Want Me to Do – Infidels outtake
4. Tell Me – Infidels outtake
5. Angel Flying Too Close to the Ground – Infidels outtake
6. Julius and Ethel – Infidels outtake
7. Green, Green Grass of Home – Infidels outtake
8. Union Sundown – Infidels alternate take
9. Lord Protect My Child – Infidels outtake
10. I and I – Infidels alternate take
11. Death is Not the End [full version] – Infidels outtake*

DISC 5

1. Enough is Enough [live] – Slane Castle, Ireland
2. License to Kill [live] – Late Night with David Letterman, March 22, 1984
3. I’ll Remember You – Empire Burlesque alternate take
4. Tight Connection to My Heart (Has Anybody Seen My Love) – Empire Burlesque alternate mix
5. Seeing the Real You at Last – Empire Burlesque alternate take
6. Emotionally Yours – Empire Burlesque alternate take
7. Clean Cut Kid – Empire Burlesque alternate take
8. Straight A’s in Love – Empire Burlesque outtake
9. When the Night Comes Falling from the Sky [slow version]– Empire Burlesque alternate take
10. When the Night Comes Falling from the Sky [fast version] – Empire Burlesque alternate take
11. New Danville Girl – Empire Burlesque outtake
12. Dark Eyes – Empire Burlesque alternate take


Alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

_________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 11834 - lucaborrelli68

Oggetto: Shadow Kingdom concert

Ciao Tambourine,
Ho appena finito di vedere il concerto in streaming, a parte qualche intoppo nel video poi tutto è filato liscio.
Dylan ha 80 anni, a volte ne dimostra 60, la voce riposata è in gran spolvero, suona la chitarra strimpellandola, più spesso canta, del piano non c’è traccia. Suona in un ambiente sceneggiato a smokey bar o locale anni 40-50 (mi ricorda il vecchio video Quest per certi versi), dove persone siedono, fumano, bevono e ascoltano, a volte ballano; in altre scene la band è sola… già la band, è totalmente cambiata, sui social c’è chi dice che non rivedremo più i vecchi musicisti, un’era di più di 30 anni sembra essere finita.
Tant’è, la bassista è bionda e donna questo è sicuro ma con gli altri musicisti non si riconosce perché tutti indossano la mascherina, solo Bob è a viso scoperto. Ho visto che sul sito è stata già messa la setlist, quindi mi limiterò a fare qualche commento:
L’idea è stata quella di fare pezzi abbastanza corti, come durata intendo, una set list di successi, con alcune gemme secondo me, Forever young, What was it you wanted? Pledging my time, Queen jane, Tombstone blues recitata.
Ha suonato l’armonica molto bene, nel complesso un buon mini concerto per neanche un’ora, a 25$ può starci.
Il colpo della serata per me è il cambio di band… devo ancora riprendermi.
Un caro saluto a tutti. Luca

Grazie per il tuo commento caro Luca, a me il video ha fatto venire in mente le atmosfere dei vecchi tabarin fumosi con annessi e connessi. Ieri, grazie all'amico catestef ho postato l'elenco dei musicisti che hanno accompagnato Bob con i relativi links per una corretta informazione. Personalmente questa idea di fare concerti che non sono concerti non sul palco ma che sono dei prodotti televisivi veri e propri realizzati con tutte le moderne tecniche cinematografiche non mi esalta in particolar modo, poi il fatto di dover pagare per una cosa del genere mi da ancora più fastidio. Non si tratta di essere pidocchi (25$ li butto via spesso quando entro al mio solito bar ed offro da bere agli amici presenti), è che secondo me, l'artista deve essere pagato da chi produce il film e da chi lo trasmette, questa storia delle pay-tv non mi è mai piaciuta e difficilmente mi piacerà in futuro. Naturalmente questa è solo la mia opinione su questo tipo di operazioni ed è contestabilissima, l'ultima cosa che vorrei è aver ragione, non è importante aver ragione o no in questo caso per me, non mi piace semplicemente questa formula e lo dico senza problemi! Bob riesce sempre a stupire, ennesima prova! Alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

_________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 11833 - rudysalvagnini

Oggetto: Shadow Kingdom concert

Ciao Mr. Tambourine,
Se può interessare ti segnalo le mie prime considerazioni su Shadow Kingdom sul mio blog:

http://rudysalvagnini.blogspot.com/2021/07/bob-dylan-shadow-kingdom.html

L’occasione è anche sempre buona per rinnovarti i miei complimenti per Maggie’s Farm!
Ciao e a presto, Rudy Salvagnini

Buon commento caro Rudy, commento che i lettori della Fattoria apprezzeranno di certo! Grazie per le belle parole, alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

_________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 11832 - paolo.manclossi

Oggetto: Shadow Kingdom concert

Al netto dei filmato...possiamo considerarli dei "video clips"....che non ci devono meravigliare e che certamente se non tutto in parte nascono dalla "sua" immaginazione...la set list...il tappeto sonoro...ma soprattutto le interpretazioni e la voce sono di altissimo livello...non escludiamo a priori che alla ripresa del NET, se ci sarà, non si ripresenti con questo formato.....sarebbe successo garantito. Chiudiamo gli occhi e stiamo in ascolto di quello che ci ha proposto....rispettiamo qualsiasi opinione favorevole o contraria...ma personalmente ho ascoltato un grande e inarrivabile Bob....80 anni? FOREVER YOUNG.

Concordo caro Paolo, certamente nel filmato ci sono tante idee sue, realizzate poi da maestri pella machina da presa. Io credo che proma o poi il NET riprenderà, non rieco ad immaginare Bob a casa a scazzarsi giorno e notte senza la sua musica, con quali musicisti vedremo poi, comunque sarà sempre unìemozione poterlo rivedere dal vivo ed essere magari a pochi metri da lui! Alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

 

 
Martedì 20 Luglio 2021

Talkin' 11831 - catestef

The musicians: Alexander Burke, Shahzad Ismaily, Janie Cowen, Buck Meek, Joshua Crumbly

Alexander Burke
https://www.facebook.com/Alexanderburke/


Shahzad Ismaily
https://pirecordings.com/artists/shahzad-ismaily/

Janie Cowen
https://www.janiecowan.com/



Buck Meek
https://en.wikipedia.org/wiki/Buck_Meek


Joshua Crumbly
https://www.joshuacrumbly.com/

Grazie Stefano, per maggior completezza ho aggiunto le foto e gli indirizzi dove leggere loro notizie

Trovato anche questa durante Forever Young

Benissimo!

Appunti su Shadow Kingdom

Non so da dove iniziare…..Vedendo il concerto Dylan sembrava essere di nuovo su Quest del 1964. Ovvero un ambiente intimo con persone sedute ai tavolini a fumare guardando il cantante al centro del palco rigorosamente tutto in bianco e nero. La maggior parte del tempo Dylan è stato ripreso con inquadrature su di lui fisse in un palco che non sembrava essere un palco, non sembrava essere un teatro nemmeno un pub o un bar. Questo perchè le inquadrature erano molto strette e solo su Dylan e i musicisti. Forse lui e i musicisti erano su una pedana. Il viso di Dylan sapientemente seminascosto dalle luci e dall’uso del bianco e nero.
Il concerto non mi è sembrato un vero e proprio concerto nel senso che non c’era un pubblico festoso con applausi delle grandi occasioni durante le songs. In poche parole non c’erano i fans di Dylan. Il tutto mi è apparso un pò freddo e distaccato. Ogni canzone cantata sembrava un video a sè stante e l’insieme dei video uniti tra loro hanno formato Shadow kingdom.
Il filmato pre registrato, nessuna diretta, inizia senza alcuna introduzione senza alcuna scritta, ovvero senza veder scritto Bob Dylan. Tra una canzone e l’altra compare un cartello che annuncia la canzone. Alla fine del filmato ci sono i credit finali…tutte le songs sono state cantate da Dylan e sono di Dylan….ci sono i nomi dei musicisti, del regista, dei costumisti, ma non ho visto ad esempio la scritta della sua casa discografica e nemmeno Jeff Rosen tanto per dire…..che strano però.
Ho l’impressione, che questa intera performance della durata di meno di un ora sarà immortalata su un dvd perchè il tutto è stato fatto con molta cura.
La band tutta giovanile non ha fatto rimpiangere la storica “His Band”. Veramente bravi, spero che se Dylan dovesse tornare in tour ci torni con questi musicisti.
Come ha cantato Dylan?
Bene. Devo dire voce limpida e parole ben scandite tanto che si capiva cosa stava cantando.
La musica che ha avvolto le songs era veramente bella. Ha ridato a tutte le songs cantate un nuovo il ritmo con nuove sonorità, molto coinvolgente. Ma il rinnovarsi di Dylan non è mai una novità, è il suo modo di essere artista a tutto tondo.
Due sono le canzoni che valgono il prezzo del biglietto secondo me…..Forever Young e What was it you wanted molto coinvolgenti. Quest’ultima non ha fatto rimpiangere la versione di Willie Nelson.
Nessuna interazione di Dylan con la band. Cosa è stato quindi per me?
Io l’ho visto come una rappresentazione teatrale con i testi cantati come se dovessero essere letti con la musica che accompagnava il testo puntellando con il giusto ritmo e venature blues il testo stesso. Come se la cosa principale per Dylan erano appunto i testi. La musica e il modo di cantare di Dylan assomigliava molto all’ultimo disco. Più o meno stessa atmosfera rarefatta ma per nulla in secondo piano. Anzi come ho detto le songs sono state tutte, in modo sapiente, rinnovate musicalmente da Dylan e dalla nuova band. Speriamo in un uscita anche discografica di questo "concerto".
Punto negativo….. e’ durato troppo poco.
Stefano C.

Carissimo Stefano, mi sembra più che giusto che il primo commento sul live streeming sia il tuo, visto la continuità di notizie che ci hai fornito al riguardo. Ho ricevuto molte mail oggi e le pubblicherò nei giorni prossimi, tanto non è una gara a chi arriva primo, ma è una cosa simpatica che ognuno possa esprimere liberamente la propria iponione. Quindi state in tune nei prossimi giorni, cosi tutti avranno la stessa visibilità.

Ho letto la tua recensione e, se non ho capito male, Dylan è riuscito a stupire tutti ancora una volta, uomo dalle mille anime e dai mille volti. Ottimo il bianco/nero, vedrai in futuro quanti artisti copieranno (scusate, trarranno ispirazione) da questo filmato. Naturalmente un musicista per suonare con Dylan deve essere più che bravo, e non me ne vogliano i musicisti della "cowboy band", ma ormai da molto tempo non sapevano proporci niente di diverso se non di nuovo. Speriamo in futuro nella ripresa dei concerti dal vivo e, perchè no, questi musicisti ci starebbero bene! Alla prossima, Mr.Tambourine, :o)  

 

 
Lunedì 19 Luglio 2021

Talkin' 11830 - catestef

Oggetto: Shadow Kingdom concert

        

Shadow Kingdom Live Setlist:

01. When I Paint My Masterpiece
02. Most Likely You Go Your Way And I'll Go Mine
03. Queen Jane Approximately
04. I'll Be Your Baby Tonight
05. Just Like Tom Thumb's Blues
06. Tombstone Blues
07. To Be Alone With You
08. What Was It You Wanted?
09. Forever Young
10. Pledging My Time
11. The Wicked Messenger
12. Watching The River Flow
13. It's All Over Now, Baby Blue

Come avevo supposto io caro Stefano, il concerto è stata una piccola carellata di greatest hits! Grazie per le foto, attendo la tua recensione dello show se ti senti di farla e di mandarmela. Alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

_________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 11829 - mauri.nico.mn

     

Grazie Nico! Alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

 

 
Sabato 17 Luglio 2021

Talkin' 11828 - pinocerespino

Oggetto: Bootleg Vol.16

Ciao Tambourine,

se non ho inteso male il senso delle tue parole la notizia della pubblicazione era una fake?

Probabilmente si caro Pino, al momento non ci sono notizie al riguardo, i "rumors" risalgono all'anno scorso e non sono mai stati confermati, inoltre, da notare, il sito segnalato da catestef ha eliminato la pagina con la notizia. Di solito 1+1 fanno 2, ma spero davvero di essere spudoratamente smentito! Alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

 

 
Venerdì 16 Luglio 2021

Talkin' 11827- calabriaminimum

In merito a: BOB DYLAN - SPRINGTIME IN NY - BOOTLEG SERIES 16 (1980-1985)

Ciao a tutti,
sul fatto che il prossimo Bootleg Series sarà dedicato ai primi anni ottanta ci sono pochi dubbi.
Non tanto per i rumors, ma per l'anticipazione rilasciata da Uncut, rivista autorevole e molto vicina oltre che a Dylan, anche a Columbia/Sony. Quello che suona strano è che sarà un quintuplo e non mi convince del tutto la data di uscita, visto che gli ultimi Bootleg Series erano stati pubblicati durante il periodo di novembre, come logica strenna natalizia (da regalo per super fans dylaniani)

Detto questo per me è già ufficiale e avvalorato da una news rilanciata dai profili social di Dylan:
https://www.roughtrade.com/us/bob-dylan/jokerman-i-and-i-remixes

Un' ulteriore anticipazione rispetto a "SPRINGTIME IN NY - BOOTLEG SERIES 16"

Saluti, Dario Twist of Spring

Io sono molto più scettico di te caro Dario, ho cercato sul web ma aanche da quel sito svizzero che aveva dato la notizia la pagina è sparita, controllare per vedere, per il resto è silenzio totale su tutto il fronte, e questo mi lascia molto dubbioso. Inoltre la segnalazione della prossima uscita di Jokerman / I and I Remixes non è una pubblicazione ufficiale è mi dice molto poco, trattandosi di un disco con due canzoni. Se qualcuno ha notizie più precise sulla Bootleg Series Vol.16 mi invii il relativo link che pubblicherò con vero piacere. Alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

 

 
Giovedì 15 Luglio 2021

Knockin' On Heaven's Door, la storia di come Dylan scrisse la canzone                clicca qui

___________________________________________________________________________________________________________________

Woody Guthrie e le cover delle sue canzoni degli artisti italiani                             clicca qui

 

 
Martedì 12 Luglio 2021

Talkin' 11826 - catestef

Ci siamo!

BOB DYLAN - SPRINGTIME IN NY - BOOTLEG SERIES 16 (1980-1985) - Uscita: 17.09.2021                                 
clicca qui

Stefano C.

Speriamo che la notizia sia vera caro Stefano "always the first"! Per il momento l'unico sito che ne ha dato notizia è questo sito "www.jukebox.ch", speriamo che nei prossimi giorni venga confermata l'uscita, anche se la cosa sembra perfettamente possibile. Nel frattempo restiamo in attesa della conferma ufficiale da parte di bobdylan.com, visto che l'uscita del CD è prevista per metà Settembre! Comunque grazie "always the first", non perdere questa magnifica abitudine! Alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

_______________________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 11825- calabriaminimum

Considerazioni su Tempest (2012)

http://maggiesfarms.blogspot.com/2012/09/tempest-prime-impressioni-sul-nuovo.html

Alla fine degli anni 60 c'era una rivista "The Whole Earth Catalog" che nell'ultimo numero di chiusura della rivista, nell’ultima pagina c’era una fotografia di una strada di campagna di prima mattina, il tipo di strada dove potreste trovarvi a fare l’autostop se siete
dei tipi abbastanza avventurosi. Sotto la foto c’erano le parole: “Stay Hungry. Stay Foolish.”, siate affamati, siate folli.

Queste sono le famose parole pronunciate da Steve Jobs il 12 giugno 2005  in occasione del ricevimento della laurea ad honorem dalla Stanford University di Palo Alto, California.

Credo che Dylan conoscesse bene queste parole perchè quello è sempre stato il suo comportamento usuale e che abbia fatto sue le parole della rivista e di Steve, "I stay hungry, i stay foolish" mi sembra di sentirlo dire, ma è solo un pensiero che mi è passato per la mente, forse una sciocchezza o forse c'è un fondo di verità. A me Dylan è sempre sembrato abbastanza pazzo da fare le cose che ha fatto, naturalmente parlando delle diverse facce del suo lavoro e delle sue diverse personalità che ci ha fatto copnoscere. Non saprei dire se Bob Dylan sia un personaggio reale o un personaggio nato dalla sua fantasia per recitare una ben precisa parte. Del resto lui stesso ha detto "Sono Bob Dylan soltanto quando devo esserlo, il resto del tempo sono me stesso". Quanto mistero in queste parole, sarà vero? Del resto, perchè stupirsi quando uno è hungry and foolish? Però è anche una persona dotata di un senso della realtà fuori dal comune. Lui dice "Abbi cura dei tuoi ricordi perché non puoi viverli di nuovo", credo che ci sia una saggezza infinita in queste parole! Alla prossima caro "Twist of Tempest", Mr.Tambourine, :o)

 

 
Sabato 10 Luglio 2021

La Bibbia nascosta tra le canzoni di Bob Dylan

Il cantautore Bob Dylan – una figura che ha contribuito non poco a raccontare la storia della musica del Novecento e ancora di oggi – rappresenterebbe addirittura un «capitolo cruciale e complesso della religiosità americana». Ne è convinto Alessandro Carrera, docente a Houston in Texas e autore di alcuni saggi su Dylan, nel saggio introduttivo al poderoso volume (384 pagine) di Renato Giovannoli uscito per i tipi dell’editrice Àncora.

Un’affermazione del tutto pertinente se è vero che Dylan, nel corso della sua carriera, ha attraversato virtualmente ogni stadio dell’esperienza religiosa disponibile all’anima americana. E, in questa analisi complessa, il libro di Giovannoli – nato nel 1956 in Romagna, docente di filosofia in un liceo di Lugano, giornalista e scrittore – rappresenta solo l’inizio del racconto, meglio un primo volume cui seguiranno altri due già in lavorazione al fine di raggiungere, entro il prossimo anno, ad una sorta di guida alla Bibbia secondo Bob Dylan o a Bob Dylan secondo la Bibbia. Un tassello in più di quella sterminata bibliografia sul cantautore che si è allungata nell’autunno scorso al conferimento, non senza polemiche per via della sua figura enigmatica e le tante contraddizioni, del Premio Nobel per la letteratura lo scorso autunno.

Secondo Carrera, è proprio la Bibbia, «il Grande Codice che ha plasmato il linguaggio e l’immaginario della cultura occidentale e di quella americana in particolare», la chiave principale per decifrare il mistero Dylan e il libro rappresenta anzitutto «un commento in prospettiva biblica dell’intero canzoniere dylaniano, ma anche un’inedita biografia spirituale di Dylan attraverso le sue canzoni». Al di là delle numerosissime chiavi di lettura che hanno tentato di decifrare le sue canzoni - sociologiche, poetiche, politiche - la Bibbia viene vista qui come l’accesso privilegiato, forse addirittura l’unico accesso che possa davvero definirsi univoco e globale. Ed è difficile, almeno per i cultori di musica rock non entusiasmarsi alla lettura di Giovannoli che include, tra l’altro, il più vasto repertorio mai compilato delle citazioni bibliche presenti nelle composizioni di Dylan e ne mostra l’intreccio con testi sia colti che popolari (ballate, spirituals, gospels, blues).

I testi di Robert Allen Zimmerman, nato in Minnesota nel 1941, in arte Bob Dylan (che la rivista Rolling Stone ha collocato nel 2015 intesta ai migliori 100 cantautori contemporanei), analizzati da Giovannoli mostrano costantemente quel riferimento al «comandante supremo» che il cantautore indicava, non senza ironia, in un’intervista del 2004 alla CBS, accanto a quella convinzione strisciante di essere parte di un destino da compiere e che lo spinge a tener fede al suo impegno nonostante i tanti anni di militanza trascorsa.

Un’ipotesi sembra attraversare il libro, una specie di contratto stipulato con il comandante in capo, alias Dio: «Io rimango on the road fino a quando mi regge il fiato, e tu mi fai arrivare dove nessun altro, nella nobile arte di scrivere e cantare canzoni, è mai arrivato». Nessuno sa dire ovviamente se questo è davvero l’intento di Dylan, ma è verosimile crederlo. Certo che il travaglio attraversato dal giovane, nato e cresciuto in una famiglia ebrea non osservante e giunto alla conversione al cristianesimo evangelico nel 1979 - ma con tante fermate, inversioni, puntate avanti come quella verso la religiosità afro-americana - lo possiamo ritrovare in numerose strofe dei suoi canti e ballate (spesso con citazioni di seconda mano) tanto che ai giornalisti che lo intervistano giunge ad affermare: «Dio lo sento nel cuore». Anche se poi dichiara: «Io trovo religiosità e filosofia nella musica … Le canzoni sono il mio vocabolario. Credo nelle canzoni».

Il primo volume, nelle intenzioni dell’autore, rappresenta un po’ il periodo classico di Bob Dylan, protagonista della grande stagione del pop-rock degli anni ’60-’70, a questo ne seguirà un secondo che tratterà della crisi spirituale e della conversione e quindi un terzo dedicato alla maturità umana e professionale dell’artista. Una trilogia che, almeno stando alla prima uscita, sembra rappresentare un’opera alquanto originale nell’intero panorama sul cantautore: una sorta di manuale cui attingere per conoscere meglio una figura che, nonostante sia un personaggio pubblico ampiamente seguito e premiato – il Nobel del 2016 è solo l’ultimo di una lunga serie che comprende il Grammy Award alla carriera nel 1991, il Polar Music Prize nel 2000, l’Oscar nel 2001 e molti altri - mostra ancora diversi lati avvolti dal mistero.

(Fonte: https://www.lastampa.it/vatican-insider/it/2017/09/02/news/la-bibbia-nascosta-tra-le-canzoni-di-bob-dylan-1.34413133)

__________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 11824- calabriaminimum

Racconto satirico ispirato al mito di Prometeo con qualche influenza pop (e rock)

https://peprovoca.blogspot.com/2021/06/segui-la-tua-strada-prometeo.html

Dario Twist of Homer

Tutti coloro che tracciano una nuova strada o fanno qualcosa a favore di tutta l'umanità alla fine vengono sempre accusati di qualcosa. In fondo, come diceva Francis Scott Fitzgerald "Niente è così odioso come la fortuna degli altri". I fatti sono pieni di assurdità, per esempio, Il Bangladesh ha una popolazione maggiore della Russia, la Russia è il paese più grande del mondo, la sua superficie si estende fino a coprire quella di Plutone. Tuttavia il Bangladesh ha una popolazione di 156,6 milioni di persone, la Russia 143.500.000. E le stranezze non sono finite, una delle più famose case farmaceutiche mondiali nel 1890 commercializzava l'eroina come medicinale per i bambini come rimedio contro la tosse. Bayer, la società farmaceutica che produce l’aspirina, nel 1890 commercializzò l’eroina come rimedio contro la tosse e raffreddore. La cosa scioccante è che Bayer continuò a commercializzare eroina anche dopo il 1912, anni in cui le ricerche comunicarono i danni provocati dall’uso della sostanza. Negli Stati Uniti fino al 1914, l’eroina venne somministrata agli adulti, su prescrizione medica. Solo nel tardo 1924 proibita del tutto.
Potrebbe anche sorprende sapere che in Svizzera, alle donne, non sia stato concesso il diritto di voto fino al 1971, 65 anni dopo che la Finlandia fu il primo paese europeo a farlo. A quel tempo, la NASA era già atterrata sulla luna e un uomo ci aveva già camminato sopra! Nel 1867 l'America cominciò la costruzione del ponte di Brooklin, qualche anno dopo, il 25 Giugno 1876, l'America subì una delle più infamanti sconfitte della sua storia militare nella famosissima battaglia del Little Bighorn (la grafia italiana Little Big Horn è scorretta), combattuta tra le forze combinate dei Sioux Lakota, dei Cheyenne e degli Arapaho, contro le forze americane guidate dal tenente colonnello George Armstrong Custer.

Dette queste poche cose che a volte dimentichiamo, è facile capire il perchè Bob Dylan sia amato e odiato! Alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

 

 
Venerdì 9 Luglio 2021

Alla scoperta del Village e gli altri luoghi newyorkesi di Bob Dylan                       clicca qui

___________________________________________________________________________________________________________________

Talkin' 11823- calabriaminimum

Per la rubrica di The Clerks: le letture consigliate per l'estate 2021

https://theclerks.it/quarto-podere/perche-e-importante-studiare-oggi-henry-david-thoreau/

Saluti a tutti gli amici di Maggie's Farm.
Dario "Peppario" Twist of Wildness

Da molto tempo abbiamo capito quanto i poeti e gli scrittori siano importanti nella nostra vita, quanto possano inspirarci, consigliarci, suggerirci, coreggerci, riempirci di gioia o di dolore con le loro parole e la loro esistenza. Non tutti hanno la fortuna di essere come Dio, che per essere indispensabile non ha nemmeno bisogno di esistere (questa non è mia, l' ho copiata da Baudelaire). Alla prossima. Mr.Tambourine, :o)

 

 
Mercoledì 7 Luglio 2021

Talkin' 11182 - catestef

Oggetto: Novità concerto Shadow.....

Tony Garnier è in tour qui in italia e da quanto ha detto nessuno dell'attuale tour band regolare di Mr. Dylan prenderà parte al progetto SHADOW KINGDOM. Stefano C.

Quindi, se la notizia è vera, senz'altro molte novità! restiamo in attesa! Alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

___________________________________________________________________________________________________________________

Nuovo progetto per Luigi Grechi De Gregori, fratello del “Principe”                      clicca qui

___________________________________________________________________________________________________________________

I vecchi vinili? Valgono una fortuna                                                                         clicca qui

___________________________________________________________________________________________________________________

STORIE DI CANZONI “We are the World”                                                                 clicca qui

 

 
Martedì 6 Luglio 2021

Talkin' 11181 - catestef

Oggetto: considerazioni sulla Talkin' 11179

Qualche considerazione riallacciandomi al commento di Tamburino nella Talkin' 11179:
Io non credo che non ci sia voglia di scrivere su Bob Dylan o meglio Il fatto è che sono 60 anni che si scrive su bob dylan. Tanti. Quindi cosa dire di più? Si è detto di tutto su di lui, ogni sua cosa scritta, ogni sua parola, ogni suo testo e quant' altro è stato vivisezionato, scandagliato, tradotto, sono stati scritti centinaia di libri in tutte le lingue del mondo su Dylan e sulla sua carriera, sul suo modo di essere sul palcoscenico, e sul suo modo di essere come persona intervistando laddove possibile amici di lunga data gran parte ora morti e che non possono svelarci nulla in più, tanto che ora secondo me scrivere qualche cosa di nuovo e appassionante su dylan è diventata merce rara.
Vedremo cosa ci regala di nuovo (?) Bob con il concerto in streaming. Qualche novità da continuare a farci parlare ancora di lui? non lo so veramente, anche perchè con il NET Dylan ha cantato di tutto e nella sua carriera live ha riarrangiato le sue songs migliaia e migliaia di volte. Per intenderci le note sul pentagramma sono sempre le solite sette e mescolarle all'infinito è alquanto improbabile. Voci lontane dicono che nella band di Shadows... ci saranno i soliti componenti da Sexton a Herron...tutto però è ancora chiuso nel segreto nel mistero come dall'altra parte è stata tutta vita di Bob Dylan. Staremo a vedere.
E’ tutto. Stefano C.

Caro Stefano, è proprio quello che volevo dire io, dopo 60 anni nei quali si è scritto di tutto e dopo oltre un anno di silenzio da parte di Bob e della sua attività live è diventato difficile trovare qualcosa da discutere, commentare, criticare, lodare, magnificare e tutti gli aggettivi possibili ed immaginabili. Per il concerto in streaming staremo a vedere, personalmente non penso che sentiremo un nuovo sound (magari Bob ci smentisse e stupisse tutti ancora una volta!!!), probabilmente la set list sarà una Best Hits? Nessuno lo sa. La vera sorpresa sarebbe l' esecuzione dei brani dell'ultimo album perchè in tutto questo tempo sia lui che i musicisti hanno avuto tutto il tempo per provarli. Siamo tutti in attesa, chi con tante speranze e chi con meno, dobbiamo solo aspettare e vedere. Tutti desideriamo una BOMBA, ma non sarà così facile che una cosa simile ci venga proposta. Comunque noi tutti speriamo, tanto sperare non costa niente! Come ha detto Abramo Lincoln "Tutto arriva a chi sa aspettare!, quindi noi restiamo in attesa, prima o poi Bob ci darà qualcosa che non aspettiamo! Alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

__________________________________________________________________________________________________________________________________

Led Zeoppelin 1971, l'incubo del Vigorelli                                                                 clicca qui

I Led Zeppelin e quella notte maledetta al Vigorelli                                                   clicca qui

Led Zeppelin al Vigorelli: il ricordo di Riccardo Bertoncelli                                      clicca qui

 

 
Sabato 3 Luglio 2021

Talkin' 11180 - catestef

Oggetto: Trailer

Il trailer di Shadow kingdom:

https://twitter.com/i/status/1410629241646075908

La canzone è "Watching The River Flow"
Stefano C.

Come al solito sempre il primo! Grazie a lot! Alla prossima, mr.Tambourine, :o)

__________________________________________________________________________________________________________________

Bob Dylan pubblica il trailer dello speciale "Shadow Kingdom"                            clicca qui

 

 
Venerdì 2 Luglio 2021

Talkin' 11179 - elviralto75

Oggetto: Why, oh Why? 

Buongiorno Tamburino,
sono Elvira Dell'Altopiano, volevo rtegalarvi questa bella canzone di Woody interpretata da Odetta (non fare il pigrone, metti il video, dai, non il link!). Si intitola Why, Oh, Why?

E infatti volevo chiederti come mai non scrive più nessuno su Maggie's Farm? Why?
Volevo anche chiederti come mai pubblichi due volte gli articoli di Dario? Why? Why, oh, why, oh why?
Goodnight, goodnight, goodnight. Elvira.

Cara Elvira, mi fai delle domande per rispondere alle quali posso solo fare delle ipotesi. Vediamo: Come mai nessuno scrive più su Maggie's Farm?
1) Considerato i lunghi mesi durante i quali è stato impossibile, e lo è ancora, eseguire per Bob concerti dal vivo è possibile che gli appassionati abbiano pochissimi, o quasi nessun, argomento per scrivere.
2) Possibile che molti lettori si siano rotti le scatole e che per Maggie’s Farm sia arrivato il tempo di chiudere i battenti, nel qual caso vedremo in futuro come comportarci.
3) La pubblicazione di due volte un articolo di Dario Twist of Crazy Diamond è stata probabilmente un errore di memoria mia, capita a tutti di sbagliare e non accorgersi, come a te nella tua mail hai scritto “rtegalarvi” (che ho evidenziato in rosso) invece di “regalarvi” ma naturalmente la tua intenzione era quella di scrivere correttamente, così si è trattato solo di una semplice svista che non fa male a nessuno, così come non fa male a nessuno leggere due volte lo scritto di Dario, basta non rileggerlo e finito il teatro.
Alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

 

 

Giovedì 1 Luglio 2021

Talkin' 11178 - calabriaminimum

Considerazioni personali e retrospettive su Shot of Love (1981).
Disco frainteso e sottovalutato che ad agosto ha compiuto 40 anni.

http://maggiesfarms.blogspot.com/2021/04/shot-of-love.html

Mi piacciono le tue parole che cercano di spiegarci in modo semplice la complessità dylaniana. Per Dylan andrebbero benissimo le parole di Frida Kalo quando, parlando si se stessa, dice: "Non far caso a me. Io vengo da un altro pianeta. Io ancora vedo orizzonti dove tu disegni confini". Alla prossima, Mr.Tambourine, :o)

__________________________________________________________________________________________________________________________________

Fiera di Piazza Spagna, tutti sotto le stelle                                                                clicca qui

 

PAGINA PRECEDENTE

MOTORE DI RICERCA INTERNO

cerca in maggiesfarm.eu

ARCHIVIO NEWS